Stai pensando a un viaggio speciale dall’altra parte del mondo? Ecco il mio itinerario di 3 settimane in Nuova Zelanda: un concentrato di bellezza per vedere tutte le attrazioni imperdibili!

itinerario di 3 settimane in Nuova Zelanda

Se mi conosci, sai che la Nuova Zelanda è uno dei miei luoghi del cuore. Ci ho abitato per un anno, e per 20 settimane no stop l’ho girata in lungo e in largo a bordo di un furgoncino. Questo itinerario di 3 settimane in Nuova Zelanda, però, è per chi non ha tutto questo tempo, ma vuole comunque assaggiare i frutti più buoni di un Paese che sa davvero regalare panorami ed emozioni davvero difficili da trovare altrove.

Mettendo insieme la mia esperienza personale e il lavoro che sto facendo come travel planner per viaggi di nozze (per i quali la Nuova Zelanda è una delle destinazioni a me affidate), ho pensato quindi di proporti questo itinerario, che può servirti magari come base di partenza per costruire il viaggio che davvero fa al caso tuo (in caso tu abbia bisogno per farlo, contattami). Troverai le tappe, alcuni suggerimenti per eventuali modifiche e qualche consiglio generale.

Leggi qui anche
Il diario del mio viaggio in Nuova Zelanda

Il mio itinerario di 3 settimane in Nuova Zelanda

Per costruire questo itinerario ci ho messo un bel po’, e devo ammettere che a pubblicarlo mi piange un po’ il cuore: avendo trascorso parecchie settimane in viaggio, dover selezionare solo alcune tappe che sia possibile vedere in “appena” 3 settimane è stata una mezza tortura! Però, alla fine, credo di aver raggiunto un buon compromesso; in questo itinerario non ci sono tutti i posti che per me sono imperdibili, ma ci sono tutti quelli per cui la Nuova Zelanda è conosciuta e per cui, molto probabilmente, vale la pena di affrontare il viaggio. Con questo itinerario di 3 settimane in Nuova Zelanda, insomma, potrai dire di aver visto i must di questo Paese.

Qualche info generale sull’itinerario

L’itinerario parte da Auckland e termina a Christchurch. Non prevede voli interni, però richiede 21 giorni pieni. È pensato per chi vuole vedere un po’ tutto, dalla natura più rigogliosa alle grandi città, e non disdegna un pochino di trekking e di attività all’aria aperta. Soprattutto, è un itinerario da seguire senza troppe perdite di tempo e solo se si è guidatori esperti: le tappe sono piuttosto lontane, a volte anche di ore e ore di viaggio, e i ritmi sono piuttosto serrati. Se preferisci rallentare un po’, dovrai necessariamente togliere qualche tappa, meglio di così non si può fare.

itinerario di 3 settimane in Nuova Zelanda

Nonostante esistano sicuramente altre tipologie di viaggio (ad esempio in pullman o i tour hop-on hop-off), per me il modo migliore di visitare la Nuova Zelanda è il road trip. Per cui, questo itinerario è pensato per chi ha un’auto, un van o un camper, e può muoversi su qualsiasi strada senza vincoli di location e orari.

Iniziamo!

Giorni 1-2: Auckland

Molto probabilmente, il tuo aereo atterrerà a Auckland. Anche se non è la capitale della Nuova Zelanda, ne è la città più grande e conosciuta, per cui merita una visita anche solo per iniziare a fare conoscenza con i ritmi e lo stile di vita di questo Paese. Nei primi giorni sarai sicuramente KO per colpa del fuso orario, per cui un po’ di “relax” in città prima di mettersi in marcia ci sta tutto!

Se proprio la città non fa per te, ci sono alcuni bei luoghi da visitare negli immediati dintorni di Auckland: Rangitoto Island, Waiheke Island, Goat Island, Great Barrier Island, Awhitu Peninsula, o diverse spiagge e aree forestali; potresti anche imbarcarti in una mini-crociera per l’avvistamento delle balene.

Auckland
Auckland

Tappe
-Auckland (0km, 0’)

Giorni 3-4: Northland

Si noleggia il mezzo e ci si prepara al road trip: è tempo di partire verso nord! La regione del Northland è piuttosto selvaggia e ricchissima di luoghi meravigliosi da scoprire: servirebbero sicuramente più giorni – anche perché sono più di 900km di percorrenza tra arrivare in cima e scendere di nuovo a Auckland –, ma in due giorni ci si può almeno fare un’idea dei suoi paesaggi. L’idea sarebbe quella di arrivare al poetico Cape Reinga, il punto più settentrionale della Nuova Zelanda; magari passando dalla costa occidentale, lungo la quale si trovano la Waipoua Forest e la Ninety Mile Beach (attenzione ad avere il mezzo giusto, in quest’ultimo caso). Per tornare verso sud, sulla costa orientale ci sono diverse fermate molto carine: Paihia, Russel, Whangarei… Ma soprattutto i Waitangi Treaty Grounds, un luogo di estrema importanza storica per il rapporto tra Maori ed europei.

Cape Reinga
Cape Reinga

Tappe (in due giorni)
-Auckland-Waipua Forest (236km, 3’20’’)
-Waipoua Forest-Cape Reinga (420km, 2’45’’)
-Cape Reinga-Waitangi/Paihia (220km, 2’55’’)
-Paihia-Whangarei (72km, 1’5’’)
-Whangarei-Papakura (o dintorni, per il pernottamento) (190km, 2’35’’)

Giorni 5-7: Hobbiton, Waitomo, Rotorua

Una volta tornato nei pressi di Auckland, è giunto il momento di prendere la strada verso sud, per iniziare a esplorare il resto dell’Isola Nord. In questi tre giorni, sono tre le tappe principali che mi sento di consigliarti; la prima è Matamata, il paesino dove si trova il villaggio fantastico di Hobbiton. Questa è sicuramente una fermata imprescindibile per gli amanti de Il Signore degli Anelli, che difficilmente resteranno delusi; però potrebbe essere un luogo davvero carino da vedere anche se non si è fan della saga.

In secondo luogo, ci si spinge un po’ a sud-ovest per visitare le Waitomo Caves, una serie di grotte famose soprattutto per la presenza dei glowworms, i vermi luminescenti che emanano una luce di colore blu. È possibile trovare i glowworms in altre zone del Paese, ma questa è sicuramente la più facile da raggiungere (e anche la più turistica, di conseguenza); le grotte da visitare sono tre ma, se non hai molto tempo o voglia, puoi scegliere di visitare solo la grotta che ospita i vermetti.

Infine, si arriva nella città di Rotorua. Questo è sicuramente uno dei momenti più belli di questo itinerario di 3 settimane in Nuova Zelanda: questa è una zona geo-termale dall’attività davvero pazzesca, ne resterai sicuramente affascinato. Oltre a fare un giro per la città e lungo l’omonimo lago, ci sono diversi parchi geo-termali da visitare nei dintorni; ognuno ha il suo fascino, anche se i miei preferiti sono stati Wai-O-Tapu, Horakei Korako e Te Puia (in quest’ultimo potrai anche assistere a un piccolo spettacolo Maori). Scegli quelli che vuoi vedere anche in base al tempo che ti è rimasto.

Piccola deviazione: in caso Hobbiton e/o Waitomo non ti interessassero, per arrivare a Rotorua potresti fare il giro largo e passare dalla costa, così da fermarti nella zona di Tauranga e Mount Maunganui.

itinerario di 3 settimane in Nuova Zelanda
Il parco di Wai-O-Tapu nei pressi di Rotorua

Tappe (in tre giorni)
-Papakura-Matamata (145km, 1’50’’)
-Matamata-Waitomo Caves (88km, 1’15’’)
-Waitomo Caves-Rotorua (140km, 1’55’’)
Più altri chilometri variabili per raggiungere i diversi parchi nei dintorni di Rotorua.

Giorni 8-9: Wellington

Questa è una tappa bella lunga, da spezzare magari con una breve sosta al Lake Taupo (il lago più grande della Nuova Zelanda) e alle possenti Huka Falls. Una volta arrivato a Wellington, comunque, avrai modo di riposarti un po’! In questo itinerario ho dedicato un giorno e mezzo alla capitale neozelandese perché per me vale la pena di scoprirla con una certa dose di calma; anche in questo caso, se la città non ti interessa ci sono delle belle cose da vedere nei dintorni, come Palliser Bay, la Kapiti Coast e la Miramar Peninsula (con il Weta Workshop, sempre per gli appassionati de Il Signore degli Anelli e oltre).

Wellington
Wellington

Tappe (in due giorni)
-Rotorua-Taupo (83km, 1’5’’)
-Taupo-Wellington (372km, 4’50’’)

Giorno 10: traversata e Marlborough Sounds

Il mio itinerario di 3 settimane in Nuova Zelanda prosegue nell’Isola Sud! Ti consiglio di prendere il traghetto notturno, se non vuoi perdere troppo tempo, oppure quello mattutino per goderti le meravigliose viste mano a mano che ci si avvicina alla costa. È una costa, quella della regione di Marlborough, composta da centinaia di fiordi che si insinuano nel Cook’s Strait; ed è proprio a questa regione che dedicherai la giornata! Nonostante spesso non venga inclusa negli itinerari, questa zona per me è un paradiso: con il tuo mezzo potrai spingerti fino ai fiordi più impervi, oppure potrai fare diverse attività sportive o scoprire i fiordi con una mini-crociera in traghetto molto speciale. Infine, Marlborough è una regione vitivinicola particolarmente apprezzata; se sei un amante del vino, questo è il posto giusto per indulgere in qualche buona degustazione.

itinerario di 3 settimane in Nuova Zelanda
Nei fiordi di Marlborough si fanno incontri speciali!

Tappe
-Marlborough-Picton (in traghetto, circa 3’30’’)
-Picton-Nelson (133km, 1’45’’)
Più altri chilometri variabili per inoltrarsi nei fiordi.

Giorni 11-12: Abel Tasman e dintorni

Per l’Abel Tasman National Park, il più piccolo ma più amato parco nazionale della Nuova Zelanda, ho deciso di dedicare due giorni in questo itinerario. Primo, perché non è proprio la zona più semplice da raggiungere. Secondo, perché lungo la strada ci potrebbero essere alcune fermate interessanti (come Nelson, la città dove ho abitato per 7 mesi, oppure le spiagge di Kaiteriteri). Terzo, perché gli va dedicata una giornata piena per potersi godere al meglio i suoi panorami. Ci sono diverse opzioni di visita, ma la mia preferita è quella che combina kayak, water taxi e trekking: per viversi il parco a 360°.

Tappe (in due giorni)
-Nelson-Abel Tasman (133km, 2’35’’)
-Abel Tasman-Kaiteriteri (84km, 1’50’’)

Giorno 13: West Coast

Un’altra giornata con tante ore di guida… ma, credimi, anche solo guardare i paesaggi dal finestrino vale davvero la pena!! Ci si muove verso la costa occidentale; ma prima, se il tempo a disposizione lo consente, ti consiglio una minuscola e breve deviazione al Nelson Lakes National Park, per qualche foto a due laghi davvero stupendi. Poi, si prosegue verso ovest, e si incontra il bellissimo Buller Gorge con il suo ponte sospeso.

Una volta raggiunta la costa, da non perdere è il Paparoa National Park, dove si trovano le particolarissime formazioni rocciose chiamate Pancake Rocks, nella zona di Punakaiki. Si va verso sud fino a Hokitika o dintorni, godendosi i paesaggi della West Coast: le attrazioni non sono molte, la zona è piuttosto incontaminata e “primitiva”, se così si può dire… Ma sarà proprio questo a conquistarti.

itinerario di 3 settimane in Nuova Zelanda
Nelson Lakes National Park

Tappe
-Kaiteriteri-Nelson Lakes National Park (112km, 1’45’’)
-Nelson Lakes-Buller Gorge (75km, 1’)
-Buller Gorge-Punakaiki (125km, 1’45’’)
-Punakaiki-Hokitika (84km, 1’5’’)

Giorno 14: Franz Josef Glacier e Fox Glacier

Siamo a due terzi di questo itinerario di 3 settimane in Nuova Zelanda, e ci stiamo spingendo sempre più a sud. L’ultimo tratto della West Coast ti porta fino ai due ghiacciai di Franz Josef e Fox: anche se non sei un amante di questo tipo di paesaggio, te ne innamorerai! È davvero particolare, infatti, la possibilità di fare camminate tra i ghiacci di un ghiacciaio che si trova a così breve distanza dalla costa e dall’oceano. Ci sono diversi percorsi ma, se proprio vuoi rendere questo viaggio indimenticabile, il mio consiglio è quello di fare la follia e ammirare i ghiacciai dall’alto, con un volo in elicottero!

Franz Josef Glacier
Franz Josef Glacier

Tappe
-Hokitika-Franz Josef Glacier (134km, 1’45’’)
-Franz Josef Glacier-Fox Glacier (23km, 25’)
-Fox Glacier-Wanaka (262km, 3’20’’)

Giorni 14-16: Wanaka e Queenstown

Tre giorni pieni da dedicare a quella che, secondo me e moltissimi altri, è una delle zone più belle e suggestive di tutta la Nuova Zelanda. Wanaka è una cittadina affacciata sull’omonimo lago, dove è bello semplicemente passeggiare o salire sulle colline per viste davvero indimenticabili. Queenstown è anch’essa adagiata sulle sponde di un lago, Lake Wakatipu, ed è uno dei miei luoghi del cuore: la città è molto raccolta e piena di vita, i panorami sono stupendi, l’atmosfera unica. Soprattutto, Queenstown è la patria mondiale degli sport estremi, e tra qui e Wanaka potrai dedicarti a qualsiasi tipo di sport (estremo e non): dal bunjee jumping alla swing, dalla zipline allo zorbing, dal jetboating al paracatudismo, dalla via ferrata alle passeggiate a cavallo, dal kayak al parapendio… Davvero, tutto quello che ti viene in mente!

Volendo, in tre giorni si possono visitare anche un po’ di dintorni, come il Lake Hawea, la zona vinicola nei pressi di Gibbston, oppure tutta una serie di villaggi storici molto carini, come Arrowtown, Clyde e Ophir.

itinerario di 3 settimane in Nuova Zelanda
Via Ferrata nei dintorni di Wanaka

Tappe (in tre giorni)
-Wanaka-Queenstown (67km, 1’)

Giorno 17: Milford Sound

Ancora una giornata con diverse ore di guida; anche queste, però, più che giustificate dalla visione di uno che, per molti, è considerato una vera e propria meraviglia. Milford Sound è un fiordo da visitare con un’escursione su un traghetto, che ti porta a fino all’imbocco dell’oceano e ad ammirare tutte le meraviglie del luogo, tra animali autoctoni e cascate. Personalmente, non ho amato questo luogo: non che non mi sia piaciuto, eh! È solo che ho visto cose migliori. Ma la mia esperienza è stata falsata anche dalla stanchezza e dal brutto tempo, per cui non voglio assolutamente influenzarti!

Milford Sound
Milford Sound

Tappe
-Queenstown-Te Anau (172km, 2’5’’)
-Te Anau-Milford Sound (118km, 1’45’’)
-Milford Sound-Te Anau (118km, 1’45’’)

Giorno 18: The Catlins e Dunedin

Ci si mette di nuovo in marcia: dalla costa occidentale si passa a quella orientale dell’Isola Sud, e se ne visita la parte più a sud. La zona di The Catlins è un concentrato di bellezze naturali, tra cascate, promontori e spiagge! In base al tempo che vuoi dedicare a quest’area, potresti fermarti a Slope Point, Cathedral Caves, McLean Falls, Purakaunui Falls, Cannibal Bay, Nugget Point…

Salendo sempre verso nord, arriverai infine alla città di Dunedin: un luogo davvero piacevole da esplorare senza meta, anche solo per qualche ora.

itinerario di 3 settimane in Nuova Zelanda
Slope Point

Tappe
-Te Anau-Slope Point (224km, 2’50’’)
-Slope Point-Nugget Point (la costa di The Catlins) (115km, 2’)
-Nugget Point-Dunedin (110km, 1’25’’)

Giorno 19: Mount Cook, Lake Pukaki e Lake Tekapo

Dopo un’ultima parte lungo la costa, dove potrai fermarti all’incredibile Moeraki Boulders Beach e alla piccola città di Oamaru, è tempo di rientrare verso l’interno; anche in questo caso, i paesaggi più belli ti saranno di compagnia. Oltrepassata Oamarama e salendo verso nord, ti ritroverai a costeggiare Lake Pukaki, immerso in uno scenario naturalistico davvero pazzesco. La meta di oggi è Mount Cook, il monte più alto della Nuova Zelanda; anche se non avrai molto tempo per esplorare la zona, potrai goderti il panorama seguendo alcuni trekking facili e veloci.

Infine, non perderti Lake Tekapo, un altro luogo di pace e bellezza.

Mount Cook
Mount Cook

Tappe
-Dunedin-Oamaru (112km, 1’25’’)
-Oamaru-Lake Pukaki (153km, 1’50’’)
-Lake Pukaki-Mount Cook (33km, 25’’)
-Mount Cook-Lake Tekapo (83km, 55’’)

Giorni 20-21: Christchurch

Siamo ormai giunti alla fine di questo itinerario di 3 settimane in Nuova Zelanda: risalendo un po’ e tornando verso la costa, raggiungerai Christchurch per gli ultimi due giorni di viaggio all’insegna del relax prima della partenza. Anche Christchurch, per me, vale la pena di essere vista; se non ti va di fermarti qui, nei dintorni ci sono diverse meraviglie che rientrano tra i miei luoghi preferiti (non solo della NZ, ma al mondo), come Castle Hill e la Banks Peninsula. Se non hai mai visto un kiwi (l’uccello, naturalmente) e ti piacerebbe tanto vederlo, alla periferia nord di Christchurch c’è la Willowbank Wildlife Reserve.

Christchurch
Christchurch

Tappe (in due giorni)
-Lake Tekapo-Christchurch (226km, 2’50’’)

Alcuni suggerimenti per eventuali variazioni sul mio itinerario di 3 settimane in Nuova Zelanda

Secondo me questo itinerario di 3 settimane in Nuova Zelanda è proprio bello, perché comprende tutte le attrazioni “imperdibili” ed è molto equilibrato come itinerario per un primo (magari unico) viaggio nella Terra dei Kiwi. Tuttavia, è possibile che tu voglia dedicare meno spazio a qualcosa e recuperarlo per qualcos’altro, magari per un trekking lungo o per una visita particolare. Per questo motivo ti lascio qualche spunto sulla base dei quali potresti voler fare delle modifiche all’itinerario.

  • Se non si è amanti delle città, si possono saltare i giorni a Auckland, Wellington e Christchurch (o dedicare massimo una o mezza giornata a ognuna) e preferire di trascorrere più tempo nella natura.
  • Si può, ad esempio, inserire una tappa più lunga al Lake Taupo o una giornata intera di trekking al Tongariro Alpine Crossing, a metà strada tra Rotorua e Wellington.
  • Si può anche decidere di saltare totalmente il Northland, quindi di iniziare subito a scendere verso sud da Auckland. Ci si perdono dei bellissimi panorami, ma magari si acquista la possibilità di visitare meglio i dintorni di Auckland, oppure di spingersi fino alla Coromandel Peninsula per vedere Cathedral Cove e Hot Water Beach.
  • Se in qualche modo è stato recuperato del tempo altrove e ti interessa visitare una città un po’ speciale, il consiglio è quello di prendere la strada lunga da Rotorua a Wellington, fino a toccare la costa orientale e dedicare una breve visita alla città di Napier.
  • Per chi non fosse troppo interessato a tutta la costa occidentale dell’Isola Sud (molto incontaminata e selvaggia, con una presenza di centri abitati abbastanza scarsa), una buona soluzione è quella di scendere dai Marlborough Sounds a Christchurch passando per la costa orientale, così da visitare anche la bellissima Kaikoura. Si risparmia sicuramente del tempo e diversi chilometri! Ovviamente, in questo modo tutto il percorso seguente cambia, e si può quindi pensare di lasciare Queenstown come ultima città dove prendere l’aereo.

itinerario di 3 settimane in Nuova Zelanda
Pin it!

Cosa ne pensi del mio itinerario di 3 settimane in Nuova Zelanda? Hai mai fatto un viaggio del genere, o lo faresti? Se ci sei già stato, quali sono le tappe che elimineresti o aggiungeresti? Raccontamelo con un commento! 🙂