Come trascorrere qualche ora di magia in Nuova Zelanda, a strettissimo contatto con la natura: salire sulla Beachcomber Mail Boat Cruise, consegnare la posta tra i fiordi, salutare foche e delfini!

Beachcomber Mail Boat Cruise

Magari lo sai già: nel 2017 abbiamo intrapreso un lunghissimo e bellissimo viaggio lungo tutta la Nuova Zelanda a bordo del nostro furgoncino OJ. Abbiamo avuto la fantastica opportunità di vedere tantissimi luoghi incredibili e di vivere esperienze uniche; tra queste, nella Top10 c’è sicuramente quella con Beachcomber Cruises. Con loro siamo saliti su un piccolo traghetto e abbiamo solcato l’acqua dei fiordi dei Marlborough Sounds (qui il racconto di quella giornata). Ma non è stata una mini-crociera come tutte le altre: con la Beachcomber Mail Boat Cruise si consegnano lettere e pacchi agli abitanti dei fiordi! E, perché no, capita di fare amicizia con qualche specialissimo abitante…del mare 🙂

In questo post vorrei parlarti di quella bella esperienza, provare a mostrarti quei luoghi di incontaminata pace e bellezza, e provare a farti percepire la quiete della vita in certi angoli della Nuova Zelanda.

Beachcomber Mail Boat Cruise

Beachcomber Mail Boat Cruise

Picton e i Marlborough Sounds: dove ci troviamo?

Siamo nell’angolo nord-est dell’Isola Sud della Nuova Zelanda. Quella di Marlborough è famosa per essere una delle ragioni vitivinicole più floride e produttive della Nuova Zelanda, ma anche in quanto a natura e paesaggi non se la cava per niente male. La sua conformazione fisica è incredibile e meravigliosa: vai su Google Maps e cerca i Marlborough Sounds, un’area di circa 4.000 m2 di fiordi, isole, scogli, calette e penisole. Non ti sembra una meraviglia? Un intricato labirinto di terra e mare dove non sarebbe così male perdersi, almeno per qualche ora?

Beachcomber Mail Boat Cruise

Il centro principale di questa parte del Marlborough è una piccola città chiamata Picton, all’inizio del Queen Charlotte Sound (uno dei fiordi più famosi della zona), dove si trova anche il principale porto della regione, e uno dei più importanti di tutta la Nuova Zelanda.

I fiordi di Marlborough via mare con Beachcomber Cruises

E allora sì, ecco, è quello che abbiamo deciso di fare noi: perderci in questo labirinto di terra e mare, solo per qualche ora. Lasciarci trasportare dalle onde calme, nelle mani fidate di uno dei capitani di Beachcomber Cruises.

Come tutte le altre crociere nel mondo, anche quelle di Beachcomber Cruises ti permettono di osservare i fiordi via mare, e questa credo sia una cosa che non ha prezzo. Dopo aver visto la regione dei Marlborough Sounds dalla strada e anche dall’alto (il giorno in cui siamo arrivati in Nuova Zelanda, attraverso i finestrini dell’aereo da Wellington a Nelson!!), scendere fino al livello del mare è un regalo unico: con il piccolo e agile traghetto ci si addentra nei fiordi più stretti e nascosti, si osserva la vegetazione e la fauna da vicino, si scopre il profilo dolce delle colline che compongono i fiordi. In alcuni momenti la barca corre veloce mentre in altri, mano a mano che ci si avvicina alla terraferma, i motori tacciono, tutto si riempie del suono della natura, lo scafo scivola inerte sul pelo dell’acqua e, quasi come chiamati a farlo, tutti noi ammutoliamo: sono momenti davvero magici in cui sembra di essere entrati in un bozzolo di natura, sole, silenzio e meraviglia.

Beachcomber Mail Boat Cruise

Beachcomber Mail Boat Cruise

La Beachcomber Mail Boat Cruise: perché mi è piaciuta così tanto

Di tutte le mini-crociere e le esperienze che Beachcomber Cruises mette a disposizione, noi abbiamo scelto quella che, senza alcun dubbio, è la più particolare e unica: la Beachcomber Mail Boat Cruise.

Sicuramente una delle più popolari e iconiche della compagnia, questa esperienza consiste nel salire sul traghetto e fare un giro di qualche ora all’interno dei fiordi, accompagnando lo skipper a consegnare la posta agli abitanti delle calette. Qui lungo i Queen Charlotte Sounds, infatti, ci sono svariate case, oppure campeggi, ostelli o lodge, che non possono essere raggiunti via terra: non ci sono strade, nessun furgoncino potrebbe consegnare lettere e pacchi alla porta di casa. Chi vive qui si muove via mare: gli abitanti sono in possesso non di auto, ma di piccole barche con le quali, ogni tanto, si recano a Picton a fare commissioni. Ma per il resto se ne stanno qui, circondati da una natura veramente incontaminata, e di quelle poche cose che sono loro fondamentali a una vita senza agi e ricchezze, ma sicuramente libera e felice. In luoghi come questo, la posta e i beni di prima necessità vengono consegnati via mare da ormai oltre 150 anni, e Beachcomber Cruises è al momento l’unica compagnia autorizzata dal New Zealand Post Rural Delivery Service a consegnare la posta agli abitanti di questa zona remota.

Beachcomber Mail Boat Cruise

Beachcomber Mail Boat Cruise

Beachcomber Mail Boat Cruise

Beachcomber Mail Boat Cruise

Ecco, pensa ora alla possibilità di far salire turisti curiosi all’interno del traghetto…il tour si fa sicuramente interessante! Perché si ha la possibilità di osservare i fiordi da un punto di vista privilegiato e, al contempo, di far parte almeno per qualche ora di un momento di quotidianità tipico di queste terre. Durante la crociera si passa da una caletta all’altra, ci si avvicina ai moli dove uomini, donne e bambini, accompagnati da cani e gatti, fanno due chiacchiere con lo skipper e ricevono le consegne: dalle lettere alla spesa, da casse di birra ai compiti per casa, da voluminosi pacchi a amici e familiari dei residenti. È davvero particolare come cosa: osservare queste persone, che hanno scelto una vita isolata, una vita così distante dalla nostra, compiere un gesto così banale -come quello di ricevere la posta-, in un contesto così diverso.

Beachcomber Mail Boat Cruise

Beachcomber Mail Boat Cruise

Le cose belle della Beachcomber Mail Boat Cruise

Al di là di questa particolarità davvero unica, che ci ha proiettati per qualche ora –è proprio il caso di dirlo!- in una realtà davvero speciale, la Beachcomber Mail Boat Cruise è un’esperienza davvero molto carina anche per altri aspetti, più legati all’attività turistica e al territorio nella quale opera. Lo skipper infatti non mancherà mai dare informazioni dettagliate e curiose sulla morfologia e sulla storia dei Marlborough Sounds, sulle persone che la vivono e l’hanno vissuta, sulle attività che qui si svolgono ogni giorno e che hanno un sapore speciale. La Beachcomber Mail Boat Cruise parte ogni giorno, dal lunedì al sabato, e segue percorsi diversi così che tutti i residenti dei fiordi ricevano la posta a giorni alterni: è chiaro che ogni tragitto sia unico, che ogni giornata non sia mai uguale all’altra!

Qualsiasi sia il tragitto, comunque, ciò che non mancherà mai sarà la bellezza semplice e luminosa di questo luogo, uno dei più quieti in cui abbia avuto la fortuna di mettere piede. Anche solo per il paesaggio varrà la pena di salire a bordo!

Beachcomber Mail Boat Cruise

Beachcomber Mail Boat Cruise

Beachcomber Mail Boat Cruise

Beachcomber Mail Boat Cruise

Beachcomber Mail Boat Cruise

Mi hanno detto che nei mesi estivi esiste la possibilità di scendere a Ship Cove, una caletta storica dove il Capitano James Cook approdò nel 1770. Noi, però, abbiamo partecipato alla mini-crociera in inverno e non abbiamo potuto visitare Ship Cove; in compenso, abbiamo avuto un pochino di tempo per toccare terra a metà strada (quindi in uno dei punti più vicini al mare aperto) a Endeavour Inlet. Qui si trova il Furneaux Lodge, una costruzione risalente agli inizi del ‘900 ai piedi di Mount Furneaux. Il lodge è circondato da giardini e foreste in riva al mare, ed è un luogo completamente incontaminato, raggiungibile solo via barca o a piedi: un posto davvero idilliaco per fare quattro passi e godere di questa pace.

Beachcomber Mail Boat Cruise

Beachcomber Mail Boat Cruise

Beachcomber Mail Boat Cruise

E poi vabbè, c’è la parte più figa in assoluto. Quella per cui vale sempre la pena salire su una barca, tenere la macchina fotografica in mano per ore, cuocersi sotto al sole e al vento…per cui vale la pena, punto. È la fauna del luogo, quegli abitanti festosi delle acque e dei cieli dei fiordi. Sono gli uccelli particolarissimi che abitano solo queste zone; sono le foche che prendono il sole sugli scogli indisturbate; sono i delfini che vengono a salutarci, che nuotano a decine intorno a noi saltando in tutte le direzioni. Quando ho fotografato loro due, erano così vicini che se avessi allungato la mano avrei potuto sfiorarli. Erano così vicini che mi tremavano le mani e ho rischiato di gettare la fotocamera in acqua.

Mamma mia, che minuscolo enorme momento di felicità!! 🙂

Beachcomber Mail Boat Cruise

Beachcomber Mail Boat Cruise


INFO UTILI

La compagnia: Beachcomber Cruises Picton è una compagnia a conduzione familiare, gestita da Tony, dalla moglie Margaret e dalle figlie Jess e Laura. Oltre alla Beachcomber Mail Boat Cruise, Beachcomber Cruises offre anche altre mini-crociere sceniche all’interno dei vari fiordi, ognuna con fermate e servizi differenti. Offrono anche servizi di water taxi, crociere personalizzate e accompagnamento per percorsi di camminate e trekking (sul Queen Charlotte Sound si trova il Queen Charlotte Track, una delle Great Walks della Nuova Zelanda).

Beachcomber Mail Boat Cruise: la mini-crociera parte tutti i giorni dal lunedì al sabato alle 13.30, seguendo 4 tracciati diversi a seconda del giorno. Torna al porto di Picton intorno alle 17/17.30. È necessario presentarsi al molo almeno 30 minuti prima della partenza. Sul traghetto sono offerti tè e caffè. Il prezzo? NZD 101 per gli adulti, NZD 57 per bambini e ragazzi da 5 a 14 anni, gratis per bambini fino a 5 anni.

Contatti: la sede di Beachcomber Cruises Picton si trova su The Waterfront, all’angolo tra London Quay e Wellington Street (Picton). Indirizzo email per info e prenotazioni: office@mailboat.co.nz. Per tutte le informazioni del caso, rivolgiti al sito ufficiale: www.beachcombercruises.co.nz.


Hai mai partecipato a una mini-crociera come Beachcomber Mail Boat Cruise? Ti piacerebbe? Hai mai navigato lungo un fiordo? Raccontamelo con un commento! 🙂

 

Questo post è scritto in collaborazione con Beachcomber Cruises Picton,
ma scrivo opinioni, impressioni e giudizi con la testa e col cuore, senza farmi influenzare.