Puntata tutta natalizia di #wetravelweshare, il post in collaborazione con i blogger! Vieni a scoprire le più belle atmosfere di Natale 🙂

Natale

Siamo già alla quinta puntata di #wetravelweshare e in molti non si sono ancora stancati di inviarmi una foto ogni mese. Ci sono anche alcune scoperte e alcune new entry, il che mi rende sempre molto allegra 🙂

L’argomento del mese di dicembre

“Alla ricerca del Natale”. 

Come ho scritto nel post in cui ho presentato il tema, questo mese ho fatto una vera e propria richiesta d’aiuto. Qui in Nuova Zelanda l’albero di Natale si staglia contro un cielo azzurrissimo e assolato, i bambini suonano canzoni di Natale in maniche corte e pantaloncini, i mercatini di Natale vendono decorazioni natalizie e gelati nella stessa via, alla parata di Natale ho preso così tanto sole da tornare a casa a chiazze…insomma, hai capito: le atmosfere di Natale, quest’anno, me le posso solo sognare!!

Sono contentissima di trascorrere un Natale diverso dal solito, perché è un’esperienza da provare e sarà bello condividere questa festa con neozelandesi puri. Però le atmosfere natalizie tipiche del nostro continente e delle nostre latitudini mi mancheranno un po’, e quindi…ho chiesto aiuto ai miei amici blogger!

Che, dopo i più sorprendenti scatti autunnali del mese scorso, hanno saputo regalarmi un po’ di magia di Natale con foto bellissime e mai scontate. Sei pronto?

Alla ricerca del Natale

Martina – Martinaway

Natale
“Ho vissuto a Verona per cinque anni e per cinque anni ho trascorso i momenti liberi che anticipavano il Natale tra le bancarelle dei Mercatini di Norimberga, i Christkindlmarket. Si tengono ogni anno in Piazza dei Signori (che tanti conoscono come Piazza Dante) e in quelle vicine e l’aria si riempie dei profumi tipici dell’inverno: vin brulé speziato e panini caldi. La cosa che adoro di più sono però tutti gli addobbi che riempiono i banchi. Mi piaceva curiosare, cercare quello che preferivo tra i tantissimi venduti. Due anni fa ho trovato questo: un omino di pan di zenzero in resina di un’allegria contagiosa. Quest’anno, per la prima volta, non vedrò i mercatini perché ho lasciato Verona, ma quando riguardo questa foto e le altre scattate mi sembra di essere ancora lì.”


Francesca – Chicks and Trips

Natale

“Cosa fare quando si perdere lo spirito del Natale? Quando per due anni di fila ci si rifiuta categoricamente di far entrare anche la più piccola decorazione in casa? Io sono andata a cercarlo direttamente nella Casa di Babbo Natale a Rovaniemi e in un secondo sono tornata bambina. Sembra un luogo comune, lo so, ma vi assicuro che se si decide di lasciar da parte ogni preconcetto e ci si guarda intorno con leggerezza, il percorso che conduce al cospetto di Babbo Natale ha già un qualcosa di magico ed affascinante. Arrivare poi davanti al vecchio barbuto più famoso del mondo mette una leggera soggezione e quando lui ti dice “ci vediamo a dicembre”, tu sei già lì pronta a giurare e spergiurare che farai la brava (anche se sai che non sarà così).
Il caso ha poi voluto che proprio quel dicembre il mio più grande sogno si realizzasse e allora come fai a non credere a Babbo Natale?”


Martina – Viaggia trova ama

Natale

“A Natale per me è immancabile la Casetta di Pan di Zenzero, tradizione scandinava che onoro ogni anno da quando sono tornata dalla Svezia. Il profumo biscottoso che invade la casa, la scelta accurata delle decorazioni dolci e colorate, ogni volta diverse, e le facce stupite dei miei ospiti – sempre restii a romperla per poterla mangiare!”


Cristina – Il tuo posto nel mondo

Natale

“Per me il Natale non rappresenta solo una festa, ma uno stato d’animo.
Ho sempre detto che se ci fosse la possibilità, metterei l’aria natalizia dentro un barattolo, cosi da poterla tirare fuori poco alla volta.
Associo la frase “alla ricerca del Natale” alla famiglia, agli addobbi, lucine e decorazioni ma soprattutto ai mercatini! Ogni anno vado sempre alla ricerca di qualche luogo che possa amplificare questa festa.
Qui ero a Salerno per le luminarie e nonostante fossi da sola ero felice. Tanto.”


Nicoletta – OneTwoFrida

Natale

“Questa foto l’ho scattata a Londra, a Covent Garden, in un freddo weekend di fine novembre. Ero congelata e sono passata da Covent Garden per scaldarmi un po’: ero alla disperata ricerca di una cioccolata calda. Quando ho messo piede qui dentro… wow! Immense palline di Natale pendevano dal soffitto, alternate a sfere stroboscopiche che disperdevano i loro riflessi ovunque, musiche natalizie in sottofondo, gente dappertutto! E’ stata una bellissima cioccolata natalizia ed io ero felice come una bambina che ha appena visto Babbo Natale!”


Ilenia – Blueberry Stories

Natale

“Nonostante il fascino delle decorazioni nelle grandi città, ho sempre cercato il Natale nei posti piccoli, raccolti, dove si respira un’aria più magica. Stavo passeggiando a Bergamo (che ha sempre una bella atmosfera natalizia), era buio e ho sbagliato strada. Assurdo, perché la conosco come le mie tasche. Però, dovendo cambiare percorso, mi sono imbattuta in un albero di Natale con un cuore illuminato accanto: un po’ kitsch, forse, ma sembrava letteralmente sospeso nell’aria. E non ho potuto fare a meno di fotografarlo.” 


Barbara – Fairy Tales

Natale

“Questa è la galleria San Federico a Torino, il mio posto del cuore. Fino a un paio di anni fa era un luogo semi-dimenticato, ma ora per fortuna è rinata, grazie a diversi imprenditori che l’hanno scelta come sede delle loro attività commerciali. È bella sempre, ma a Natale si veste di pura magia.”


Antonella – Merzouga Tours

Natale

“Le luci d’artista a Torino. Da alcuni anni il comune allestisce la città con le luci create da artisti … peccato solo che da alcuni sono sempre le stesse …


Serena – Sognando viaggi

Natale

“Lo scorso 8 dicembre sono stata per la prima volta in Polonia, a Varsavia, e sono rimasta piacevolmente colpita dalla sua atmosfera natalizia: le luci rendono piazze e monumenti incantevoli, gli alberi dai rami spogli si colorano d’oro e argento, i lampioni si trasformano in file di calde luci dorate e qua e là sbucano enormi pacchi regalo, caminetti e trenini sorridenti! Questi siamo io e mio fratello Luca, felici come bimbi in mezzo a questo tripudio di calore natalizio! Natale per me è soprattutto “famiglia” e avere il mio fratellino con me in un viaggio mi ha fatto enormemente piacere!”


Antonella – Tour Marocco

Natale

“Il Natale per me è luce e calore. La luce delle luminarie che decorano le nostre città, le lucine dell’albero di Natale e la luce tremolante delle candele che si accendono un po’ dapperttutto (a casa mia per esempio). E poi il calore, il calore del fuoco che scoppietta, il calore che ti dà bere un vinello caldo speziato, il calore soprattutto degli affetti. In questa foto mille lucine che illuminano l’albero e una delle piazza principali di Neuchatel dove abito. Evviva il Natale!”


Linda – Blog di viaggi

Natale

“Non amo il freddo. Ma amo il Natale.
Un paio di anni fa proprio il Natale ed una città magnifica come Copenaghen mi ha fatto dimenticare il disprezzo per le temperature invernali ed innamorare della Danimarca.
Casette colorate ovunque, canali dai mille riflessi, addobbi onnipresenti, alberi di Natale nei grandi castelli come quello di Amleto, il parco Tivoli che si trasforma nel mondo delle favole, spruzzate di neve candida ed il rito dell Hygge sono il mix che si respira durante le festività natalizie.
Hygge, poi, significa letteralmente creare un’atmosfera accogliente, piacevole, intima mentre si assaporano i piaceri della vita circondati dall’affetto delle persone care. Quindi le calde coperte nei bar, le candele accese, l’odore di cannella e mele ovunque e le tazze di tea fumante rendono il soggiorno a Copenaghen ancora più magico. In ogni luogo ci si sente gli ospiti tanto attesi e tanto desiderati.”


Beatrice – Nel cuore della Scozia

Natale

“Per me è Natale solo quando nevica. Ricordo le grandi nevicate di quando ero piccola, tutti fuori con la slitta o a fare il pupazzo di neve. In questi ultimi anni qui nella mia parte di Trentino non nevica più così tanto ed anzi, ogni anno è sempre più raro svegliarsi e trovare una bella coltre bianca di qualche decina di centimetri. Questa foto è dello scorso gennaio, la prima nevicata dell’inverno, pochi centimetri scomparsi poi nel giro di due ore non appena è uscito il sole. Mi piace, ogni volta che nevica, prendere la mia macchina fotografica ed uscire a fare una passeggiata nella Pineta di Alberè di Tenna (Prov. di Trento) dove vivo: il bosco è magico coperto dalla coltre bianca, con i fiocchi ancora attaccati ai rami degli alberi ed il piccolo laghetto ricoperto da un sottile strato di ghiaccio! Ti aspetteresti di veder sbucare un folletto da dietro un tronco da un momento all’altro!”


Michela – WarmCheapTrips

Natale

“Un novembre di qualche anno fa scoprii l’Africa insieme a tutta la mai famiglia. 
Il primo viaggio tutti insieme dopo che io ero andata ad abitare fuori casa. 
La prima volta nell’Africa vera, quella “sotto al Sahara”.
Il mio primo safari. 
Il primo incontro con Massimo, la nostra guida di Marafa che è diventato un caro amico e che i miei genitori ritrovano ogni volta che tornano in Kenya…..
E questo presepe di banano, che da quell’anno trovò posto sul comò del soggiorno e divenne il simbolo dell’incontro con l’Africa, che rubò a tutti noi un pezzo di cuore…”

Enrica – Attimi e pillole di viaggio

Natale

“Ho scattato questa foto in una sera di dicembre, a Torino. Durante il periodo natalizio, la città si colora di luci grazie al progetto Luci d’Artista che ha, come scopo, quello di colorare il centro storico di Torino e le sue vie e piazze.
Qui siamo in Piazza Palazzo di Città, una piazza poco conosciuta ma tremendamente bella, colorata dall’illuminazione “Tappeto Volante”. Il gioco di luce è incredibile: ci si ritrova a camminare sotto questo vero e proprio tappeto di colori. Non è bellissimo?”


Martina & Gabriele – Spignattando

Natale
“Questa foto è stata scattata questo dicembre durante i mercatini di Natale a Stoccarda appena entrati nel mercato coperto della città . Per noi esprime Natale perché per noi il Natale è un fiume in piena di felicità, gioia e amore. Questa foto scattata di getto, spontanea, ci fa sorridere di quanto sia bello essere felici e di quanto il Natale possa portare felicità ovunque.”

Federica – Kiki Tales

Natale

“Ho sempre avuto un brutto rapporto con il Natale, quindi ho scelto per voi la foto che rappresenta uno degli elementi che mi fa sentire un po’ di magia: le luci. Queste in particolare sono le luci d’artista di Torino, che permettono a tutti di camminare sotto le stelle sentendole un po’ più vicino.”


Claudia – Voce del verbo partire

Natale

“Il Natale, per me, è concentrato in questa immagine: il sorriso di un’artista di strada durante una festa di paese, nel periodo dell’Avvento. 
Un piccolo borgo del Montefeltro; una serie di vicoli che si inerpicano pittoreschi verso l’imponente rocca; pochi banchetti di oggetti artigianali; angolini in cui vengono serviti dolci e piatti corposi, mentre un braciere immenso diffonde il profumo delle castagne.
La semplicità di stare insieme e condividere sorrisi e balli, nonostante non ci si conosca; la bellezza di vedere i bimbi correre lungo i vicoli in una caccia al tesoro natalizia; gli adulti sinceramente rilassati che ammirano i presepi, bevono vin brulè e scambiano battute tra loro.

Senza resse, senza file, senza spintoni, senza ansie. Tutto nel nome della semplicità e del silenzio. Perché a volte sarebbe bello poterlo sentire questo Natale, sentirlo con la mente, sentirlo nell’aria…non solo nella corsa all’oggetto fine a se stesso.”


Elisa – Serendipitsite

Questa foto, l’ho scattata un paio di settimane fa, nel mio primo viaggio in solitaria a Budapest. L’amica con cui avevo organizzato mi ha avvisata qualche giorno prima che non sarebbe più potuta partire. Che fare? Lasciar perdere o partire comunque: queste erano le sole possibilità. Non mi sono fatta scoraggiare dall’imprevisto e ho deciso di partire lo stesso. Budapest è una città magica, sotto Natale è scintillante, calda, fantastica. Il mio viaggio in solitaria mi ha aperto un mondo che non conoscevo: ho viaggiato seguendo solo i miei ritmi, andando di qua e di là spinta dal caso e dall’istinto, un’esperienza che vorrò rifare al più presto. 


Ecco la mia foto:

Natale

“Natale significa tante cose, ma per me fa e sempre farà rima con famiglia: Natale è preparare la cena della Vigilia con i miei fratelli ascoltando le canzoni natalizie, guardare “Mamma ho perso l’aereo” per l’ennesima volta tutti sul divano, il fuoco del camino, l’albero di Natale sempre uguale ma sempre bello, e i regali che si accumulano sotto mano a mano che si avvicina il giorno dello scartamento. È andare alla Messa di mezzanotte con la mia amica Bea da sempre, è organizzare cene, pranzi, aperitivi o colazioni con gli amici per scambiarsi i regali. È il pranzo con i nonni, i miei orecchini a forma di Babbo Natale, il Santo Stefano con tutti i parenti. È il freddo chiuso fuori dalle mura di casa, è una cioccolata calda con panna e tutti i terrazzi del paese addobbati con le lucine e quei terribili Babbi che si arrampicano. Natale è casa, è essere davvero più buoni, è felicità!”


Come al solito, ringrazio davvero di cuore tutte le persone che hanno dedicato 5 minuti a me e a #wetravelweshare, per la prima volta o ancora una volta questo mese. Per me è davvero importante!
Se tu non hai partecipato (o se vuoi farlo ancora con altre foto), posta una tua fotografia sui social usando l’hashtag #wetravelweshare!! 🙂
Tra pochi giorni uscirà il nuovo Back&Forth, all’interno del quale scoprirai il tema del mese di gennaio…lo sceglierò all’ultimo minuto, probabilmente! Io sarò molto felice se vorrai partecipare 🙂

INFO UTILI

#wetravelweshare è la mia nuova iniziativa che vede la stesura di post in collaborazione con altri blogger, una volta al mese.

  1. A inizio mese, nel post Back&Forth, sceglierò l’argomento per il mese in corso;
  2. Durante tutto il mese, puoi inviarmi una fotografia che sia coerente all’argomento;
  3. La fotografia deve essere corredata da una descrizione di max 150 parole: dove e quando è stata scattata? Che cosa racconta? Perché l’hai scelta?
  4. Lasciami anche nome tuo e del tuo blog (o pagina facebook o quello che vuoi tu, se non sei un blogger), di cui inserirò il link;
  5. Vieni a vedere il post finito, l’ultimo lunedì o venerdì di ogni mese. Lasciami un commento e condividi (usando l’hashtag #wetravelweshare), se l’idea ti piace 🙂

Ti sono piaciute le foto che ho ricevuto? Qual è la tua preferita? Che cos’è, per te, il Natale in poche parole? Raccontamelo nei commenti! 🙂