Alla scoperta di quelle cose che australiani/neozelandesi chiamano cibo, ma di cui io non sono proprio convinta: ecco storia, caratteristiche e usi di Vegemite e Marmite!!

vegemite

Se leggi i miei post dal titolo Back&Forth lo sai: è da un po’ che voglio parlarti della Marmite. Ma non posso parlarti di Marmite senza includere anche qualche informazione sulla sua cugina australiana, la Vegemite. Quindi…tappati il naso e partiamo!

Disclaimer:

Non farti ingannare dall’aspetto apparentemente appetitoso di queste “cose”. Perché queste “cose” sono tutto tranne che appetitose.
-Non provare neanche a immaginarti il loro odore (volevo dire “la loro puzza”, ma mi tocca essere politically correct, giusto?).
-Ti avverto che, per compensare alla lettura di questo post, ti verrà un attacco di voglia-di-Nutella inarrestabile. Cucchiaini alla mano, quindi!

vegemite

Lo so, sembra appetitosa in foto, ma non farti ingannare!

Cosa sono Vegemite e Marmite

In poche parole: Vegemite e Marmite sono delle creme spalmabili di colore marrone scuro, quasi nero, lucide, un po’ appiccicose e molto pastose. Pur essendo due prodotti diversi, sono entrambi a base di estratti di lievito, che si ricavano dalla produzione della birra, a cui vengono aggiunti sale (tanto sale) ed estratti vegetali, specialmente di sedano e cipolla.

vegemite

Questi bastardi la mettono insieme alla Nutella nei supermercati, capisci????

Sono un po’ come la nostra Nutella, ma solo (e ripeto, SOLO) a livello culturale, nel senso che i bambini australiani e neozelandesi crescono a suon di fette di pane spalmate con Vegemite o Marmite, è il loro vizio, uno dei loro cibi preferiti. Ecco, le somiglianze con la Nutella si fermano lì. Purtroppo.

La Marmite nella storia

La Marmite è, in realtà, un prodotto tipico britannico. Fu prodotta per la prima volta nel Regno Unito nel 1902 (più precisamente nello Staffordshire, in Inghilterra, da parte della Marmite Food Extract Company), quando lo scienziato tedesco Justus von Liebig scoprì la possibilità di sintetizzare e di poter mangiare l’estratto dei lieviti ricavati come sottoprodotto della produzione della birra. Grande intuizione Justus, grazie mille proprio per questa inestimabile scoperta!!

Qualche anno dopo, la Marmite era già estremamente popolare, e i suoi grandi benefici a livello nutrizionale la portarono ad essere una delle pietanze (e chiamarla pietanza mi fa stare male) più popolari e utilizzate anche dai soldati durante la Prima Guerra Mondiale, perché enorme fonte di vitamine, soprattutto del gruppo B.

vegemite

© Marmite.co.nz

Intanto, nel 1910 la Marmite era arrivata anche in Nuova Zelanda, e nel 1919 la Sanitarium Health Food Company si prese i diritti di produzione e vendita esclusiva di Marmite in Nuova Zelanda (ma anche in Australia e in altre isole del Pacifico). E da qui inizia la storia della Marmite neozelandese, con sapore e ingredienti leggermente diversi dalla versione classica britannica. Negli anni della Seconda Guerra Mondiale, la Marmite neozelandese inizia a diventare una vera e propria icona del paese, e viene prodotta in sempre maggiori quantità nello stabilimento di Christchurch. Pensa che la produzione venne sospesa nel 2012 in seguito al terribile terremoto che colpì la città e, quando lo stabilimento riaprì a la riproduzione riprese un anno dopo, si registrarono infinite code ai supermercati per acquistare il prezioso “oro nero” dopo un intero anno di astinenza.

vegemite

Strani, questi neozelandesi qua!

La Vegemite nella storia

La Vegemite fu inventata nel 1922, quando la Ford Walker Company (quella che poi divenne Kraft), incaricò il giovane chimico Cyrill P. Callister di produrre una crema spalmabile appetitosa per il pubblico australiano. E il buon vecchio Cyrill se ne uscì con questa roba terribile, molto simile alla Marmite perché sempre a base dei malefici estratti di lievito, ma con l’aggiunta di altri estratti vegetali di natura diversa, e quindi dal sapore leggermente differente.

vegemite

© Vegemite.com.au

All’inizio la Vegemite ebbe un tiepido riscontro, perché i supermercati australiani erano già pieni di Marmite, importata a partire da qualche anno prima. Anche in questo caso, fu durante la Seconda Guerra Mondiale che la Vegemite fece il boom: grazie alle sue riconosciute proprietà nutritive e il massiccio contenuto di vitamine, la Vegemite fu l’alimento base per i soldati australiani spediti in Europa, e si procedette a razionarla tra i cittadini rimasti in Australia. Com’è che si dice: solo quando perdi (o riduci) una cosa ti rendi conto di amarla, no? E così, finita la guerra e finito il razionamento, la Vegemite divenne l’elemento principe di tutte le dispense australiane, e così è ancora oggi.

La Kraft ha puntato e continua a puntare molto sulle proprietà nutritive della Vegemite, pubblicizzandola come l’alimento essenziale che tutti i bambini dovrebbero assumere per crescere sani e forti. Da questa convinzione negli anni ’50 uscì una canzoncina/slogan pubblicitario, “Happy Little Vegemites”, che parla di quanto la Vegemite sia buona e sana…e la canzoncina diventò virale, quasi un secondo inno australiano.

Adesso lo so che vuoi ascoltarla anche tu…eccola qua!!

A oggi, nello stabilimento di Melbourne vengono prodotti oltre 22 milioni di barattoli di Vegemite all’anno, superando di molto le vendite della Marmite.

La mia esperienza con Vegemite e Marmite

Devo dirti la verità: non mi ricordo se, prima di andare in Australia, avevo mai sentito parlare di Vegemite, Marmite o Promite (un’altra crema spalmabile molto simile). E, in modo altrettanto onesto, devo dirtelo: ne avrei fatto volentieri a meno.

 vegemite vegemite vegemite

Ma, abitando insieme a una famiglia australiana, non entrare in contatto con la Vegemite è stato praticamente impossibile. Quando ero là preparavo la colazione e la lunch box per i bambini ogni giorno, e quindi, quasi ogni giorno, mi toccava compiere questo traumatico gesto: aprire il barattolo di Vegemite. Traumatico, sì, perché l’odore che ti investe è terribile (soprattutto alle 6 del mattino…). Vegemite e Marmite sono creme salate (sembrano simil Nutella, belle dolci e cioccolatose…e INVECE NO!), e hanno proprio l’odore del sale. O meglio, il sale non ha odore, ma se ce l’avesse, sarebbe quello. È un po’ come annusare un brodo vegetale altamente concentrato: è un odore pungente, ma pungente davvero. Forse saprai che esiste un altro sapore che il nostro palato può percepire, oltre ai classici dolce/salato/amaro/aspro. Questo sapore si chiama umami (“saporito” in giapponese), e indica un sapore molto salato, tipico del glutammato, del brodo vegetale, della salsa di soia. Ecco, Vegemite e Marmite sono umami all’ennesima potenza.

vegemite

E quindi niente, aprivo questo barattolo ogni mattina per preparare i toast a Billy, il mio host kid australiano che in questo modo, a quanto pare, cresceva ogni giorno forte e sano…se lo dicono loro ci crediamo!

Qui in Nuova Zelanda la Marmite ce l’abbiamo in dispensa, ovviamente, ma per fortuna ho molto poco a che farci. E sono molto fortunata perché, se possibile, la Marmite mi sembra ancora peggio della Vegemite.

Ho assaggiato la Vegemite e la Marmite?

Naturalmente, sì! Credo che non si possa visitare questi Paesi senza provare uno dei loro alimenti più iconici e diffusi. Vegemite e Marmite si trovano in tutti i supermercati, in tutte le dispense, è impossibile non farci caso.

vegemite

Marmite in dispensa

E…mi sono piaciute? Beh, ormai l’avrai ampiamente capito…direi di no. Raramente mi capita di non sopportare un alimento provato all’estero; anzi, credo che questa sia stata l’unica volta. Il fatto è che, avendo Vegemite e Marmite un sapore molto forte e definito, bisogna imparare (sì, proprio imparare!) a mangiarli, magari fin da piccoli, per acquisire l’abitudine al loro gusto: noi non siamo proprio abituati a mettere in bocca sapori del genere, per cui il primo boccone di toast spalmato con una di queste creme può destabilizzarci (diciamo che lo farà di sicuro). Ho assaggiato la Vegemite più volte (ok, non esageriamo: non più di 3), sia da sola sul toast sia con una fetta di cheddar, però proprio non ce l’ho fatta a farmela piacere. Ho chiesto a tutte le persone straniere che ho conosciuto in Australia, e solo una persona (ciao Elisa!) mi ha detto che la Vegemite non le faceva così schifo, specialmente in accoppiata con l’avocado. Però, ecco…lei è l’eccezione!

vegemite

Poco prima dell’assaggio…AIUTO

La Marmite, invece…ecco, ho dato un morso al toast e…non ce l’ho neanche fatta a deglutire. Non mi era mai successo nella vita! Però prometto che riproverò. Oh sì, riproverò perché non sono una persona normale. Voglio provare altre combinazioni, magari con l’uovo o con l’avocado, proprio per farne un’esperienza completa…per poi non doverci provare mai più.

Come mangiare Vegemite e Marmite

Sei comunque convinto di provare queste brutte cose durante il tuo prossimo viaggio in Australia/Nuova Zelanda? Bene, ti do qualche suggerimento!

  • Avrai ormai capito che Vegemite e Marmite hanno non solo un odore, ma anche un sapore molto forte, acre e pungente, per cui è fondamentale consumarle a piccole dosi. Ma proprio piccole! Va spalmata come un velo sottile sul toast, altrimenti le tue papille gustative semplicemente scoppiano. Se hai intenzione di suicidarti (o se qualche tuo amico australiano/neozelandese vuole farti un scherzo di pessimo gusto): una bella cucchiaiata di Vegemite o Marmite direttamente dal barattolo, e passa la paura!
  • E soprattutto, non consumarle mai da sole: neanche i locali lo fanno. Nella maggior parte dei casi, Vegemite e Marmite vengono spalmante sul toast insieme a un velo di burro (o margarina) o, quasi sempre, insieme a del cheddar o altro tipo di formaggio. Pare che stia bene anche con avocado, pomodori, lattuga e uovo in camicia. Non ho mai sentito di qualcuno che si è gustato Vegemite o Marmite con ingredienti dolci…prova, se vuoi, ma a tuo rischio e pericolo!

    vegemite

    Immagine presa da Internet

  • Vegemite e Marmite vengono anche utilizzate in moltissime altre preparazioni: puoi dare gusto (ma quale gusto, poi???) a salse e zuppe, oppure utilizzarle esattamente come come faresti come un dado vegetale. Da queste parti poi si trovano pane, muffin, scones, brioche salate, cheesymites e tante altre cose del genere con dentro Vegemite o Marmite…e quando ci passi di fronte, al supermercato, ti viene sempre un mini infarto 🙂

    vegemite

    Cheesymite – © Globe Holidays


INFO UTILI

Se ti stai appassionando (e in questo caso voglio stringerti la mano), segui questo tutorial..il primo punto dei “consigli” mi ha fatto scompisciare dalle risate!
Se proprio non vedi l’ora di saperne di più, questo è il sito ufficiale della Marmite e questo della Vegemite. Puoi trovare anche gustosissime ricette (anche di pasta o pizza condite con Vegemite e Marmite) per deliziare il palato! -.-‘’’


Tu mai hai sentito parlare di Vegemite e Marmite? O, ancora peggio, le hai mai assaggiate? Sei incuriosito? Qual è la pietanza estera che proprio non riesci a mangiare? Raccontamelo nei commenti! 🙂