Senza alcuna presunzione e basandomi unicamente sulle mie esperienze, ti parlo qui di quello che, secondo me, è l’unico consiglio da seguire prima di partire!

consiglio da seguire prima di partire

Ok, non sono un’esperta di lunghi viaggi. Ho esperienze di vita all’estero abbastanza lunghe: ci sono stati i 4 mesi in Grecia dove, però, ho lavorato e vissuto nell’atmosfera protetta di un villaggio turistico. C’è stato l’anno in Australia, che mi ha permesso di sviscerare e di provare sulla mia pelle tutti i più diversi aspetti della vita e del viaggio all’estero. Adesso, ci sono i quasi 5 mesi in Nuova Zelanda, un’esperienza forse più matura, più consapevole, meno azzardata (…o forse no?). Insomma, non sono un’esperta -perché non sono una vera e propria expat, né faccio viaggi di mesi e mesi intorno al mondo-, però le mie esperienze qualcosina me l’hanno insegnato. Che cosa, di preciso?

consiglio da seguire prima di partire

La mia casa in Grecia

La “saggezza del viaggio”

Sappiamo che il viaggio ci cambia, ci apre la mente, ci fa crescere. Più che il concetto di viaggio, sono le singole esperienze di viaggio in sé che, messe insieme, ci aiutano a modificare la percezione che abbiamo degli altri, del mondo e di noi stessi. Non sono mai stata una grande idealista o chissà che, ma mi fermo a riflettere e me ne rendo conto: quello che si dice è vero! Il viaggio aiuta davvero a crescere, a diventare più saggi! Guarda come sono cambiata negli ultimi anni, e non è forse vero che il 90% di questo cambiamento lo devo alle mie esperienze legate in qualche modo al viaggio?

consiglio da seguire prima di partire

Magari ti sarai reso conto anche tu di possedere un’unica e speciale “saggezza da viaggio”. Dal basso della mia e con tutta l’umiltà possibile, mi sento di darti il più grande consiglio che mi sia servito per affrontare al meglio le mie esperienze di viaggio e di vita all’estero. Quello che, secondo me, è l’unico vero consiglio da seguire prima di partire per un lungo viaggio e/o per un periodo di vita all’estero. Spero di essere capace di mettere nero su bianco quello che ho in testa, senza darti l’idea di essere di fronte a tanta aria fritta 🙂

L’unico consiglio da seguire prima di partire per un lungo viaggio è:

NON SEGUIRE NESSUN CONSIGLIO!!

O meglio: ascoltali tutti, ma non sentirti obbligato a seguirne neanche uno.

Ascoltare tutti i consigli significa…

Ascoltare i consigli che ci vengono offerti (sì, dai, anche quelli non richiesti!) significa, prima di tutto, farsi una base di conoscenza che ci tornerà utile in qualsiasi modo, e questo è vero senza alcun dubbio. Chi dispensa consigli lo fa, di solito (o, perlomeno, speriamo…) con cognizione di causa, lo fa perché ha più esperienza e più conoscenza di te su un certo luogo, un certo aspetto o, semplicemente, sulla vita in generale. Per cui può sempre tornare utile conoscere un’usanza, segnarsi un indirizzo, tenere a mente un aneddoto, tracciare un itinerario già studiato, trarre spunto, insegnamenti o ispirazione da chi “c’è già passato”.

consiglio da seguire prima di partire

Ascoltare tutti i consigli significa anche avere l’umiltà di riconoscere le nostre lacune in merito a un luogo, una destinazione, una regola, una procedura, una tradizione, uno stile di viaggio. Non sarei mai potuta partire per l’Australia, ad esempio, senza prima ascoltare i consigli su come trovare lavoro, senza prima leggere le testimonianze delle ragazze alla pari, senza prima imparare a memoria un articolo su Sydney o un capitolo del libro di Bryson. Tutti noi sappiamo di non sapere, no? Ecco, ascoltare tutti i consigli è come dire: io non lo so, tu potresti saperlo o, comunque, la tua esperienza potrebbe aiutarmi. Sono pronto ad accoglierla!

consiglio da seguire prima di partire

Ecco, appunto: ascoltare tutti i consigli significa accogliere gli altri. Curiosare tra le loro vite, tra le loro esperienze, cercando solo di trarre il buono o l’utile per noi, senza mai giudicare.

NON seguire nessun consiglio significa…

Ecco, una volta ascoltati tutti i consigli…

prenditi un’unica, grande libertà.

Prenditi la libertà di fare di testa tua, semplicemente. Di sbagliare, di tracciare un sentiero che sia solo e soltanto tuo, tutto da creare e da vivere.

Prendi la libertà di decidere e di agire seguendo solo le tue inclinazioni, le tue necessità, i tuoi desideri. Perché alla fine non c’è niente di più bello del poter affermare che il percorso che hai seguito è stato solo tuo ed è stato tagliato su misura per te.

Prenditi la libertà di accogliere i cambiamenti di rotta con positività e apertura mentale. La libertà di scoprire da solo un ristorante minuscolo e defilato me assolutamente delizioso, uno scorcio nuovo e inusuale per scattare una fotografia a quell’attrazione turistica, un metodo di viaggio che, hey, nessuno me l’aveva mai detto che fosse così bello, ma è proprio così che voglio viaggiare!!

consiglio da seguire prima di partire

Ma prenditi anche un’unica, grande responsabilità.

Allo stesso tempo, non seguire necessariamente nessun consiglio comporta una scelta di grande responsabilità, nei confronti soprattutto di te stesso e della tua integrità, anche in viaggio. A volte le scelte e i percorsi degli altri ci sembrano fighissimi, a volte proviamo un’ammirazione che spesso si trasforma in invidia nei confronti di coloro che hanno viaggiato più di noi, che fanno foto più belle di noi, che si sono buttati col paracadute quando noi ci caghiamo sotto, che hanno ammirato l’aurora boreale per caso quando noi l’abbiamo cercata per giorni, che nelle foto sono sempre belli magri e sorridenti, che hanno migliaia di persone che li adorano e noi sembriamo sempre chiusi nel nostro angolino. Ecco, non seguire nessun consiglio significa un po’ anche questo: prendersi la responsabilità, oltre che la libertà, di creare un percorso proprio, che potrà essere meno bello di quello degli altri (che poi, meno bello sulla base di cosa?), ma di sicuro più personale, più autentico, più nostro.

consiglio da seguire prima di partire

Se decidi di partire per un lungo viaggio, sei grande e maturo abbastanza da contare solo su te stesso, sul tuo intuito e sulle tue capacità, senza che i consigli e i suggerimenti degli altri ti facciano da balia. Sarai in grado di scoprire ogni piccola cosa e di imparare sulla tua pelle, superando ogni difficoltà sul momento, senza che tu sia già preparato dai racconti di chi c’è passato prima di te.

Sarai capace di tirare fuori la grinta e la lucidità necessarie per affrontare gli imprevisti, gli incidenti e i cambi di programma. E, ti dirò di più: col senno di poi questi avvenimenti apparentemente negativi si trasformeranno in una sfida vinta, in una medaglia alla vita vissuta, in una storia da raccontare. Una storia unica, che sia solo tua.

In sostanza?

In sostanza, quello che voglio comunicarti è quello che dovremmo sapere tutti, è un cliché, una filosofia spicciola e scontata. Ma è anche quella rivelazione che è nata nella mia testa quasi per caso, o forse un giorno dopo l’altro in viaggio, e che ha segnato il mio passaggio alla vera età adulta, intesa come età matura, assertiva e consapevole.

Quello che voglio comunicarti è che la strada è solo nostra. Che incroceremo mille volti e mille storie, ma continueremo a camminare solo con noi stessi, con le nostre esperienze e con le nostre scelte. È fondamentale prendere spunto e trarre ispirazione dagli altri, io non potrei vivere senza farlo, ma è altrettanto fondamentale mettere insieme tutti gli insegnamenti ricevuti e creare un’esperienza tutta nostra. Ho imparato a farlo, ed è per questo che adesso mi piaccio un pochino di più, cosa che non succedeva fino a qualche anno fa. Ho imparato a farlo, e per questo devo ringraziare il viaggio.

consiglio da seguire prima di partire

Ah, ovviamente, giusto per essere coerente: ascolta pure questo mio consiglio, ma poi sentiti libero di non seguirlo e di fare quello che ti pare 🙂


Sarei molto curiosa di sapere cosa ne pensi! Pensi che siano tutte parole al vento? Sei d’accordo con me o assolutamente in disaccordo? C’è qualcosa che vorresti aggiungere o “correggere” secondo la tua esperienza? Raccontamelo nei commenti!! 🙂