Ora che “devo” stare in Italia, ho bisogno di ricordarmelo: la bellezza è ovunque! E il nostro Belpaese ne è un ottimo esempio.

bellezza

Senza troppi indugi, vorrei entrare nel vivo di questo blog con il racconto del primo ”viaggio”, ovvero la visita del Vittoriale degli Italiani: una bella e assolata giornata di maggio trascorsa tra le stranezze di D’Annunzio e il verde del parco di quella che è una vera e propria istituzione italiana!

Ma prima, l’ultimo post delle “premesse

Infatti, credo sia importante premettere che, da quando sono tornata dall’Australia, sono successe 4 cose:

  • La bellezza del continente oceanico mi è mancata tanto, fin da subito, fin da quando ho rimesso piede in Italia, sul suolo Malpensiano. Spazi stretti, natura bella ma poco qualificata e tutelata, sporcizia, posti anonimi: il mio occhio troppo critico si soffermava solo sugli aspetti negativi di quello che è uno dei Peasi più amati al mondo, da questo punto di vista. Sì, è stato un momento difficile e delirante, è che l’Australia mi mancava tanto.
  • Parallelamente (e forse le due cose sono collegate), dopo i primi 5 giorni di euforia ed entusiasmo e abbracci e incontri, il mio umore è maledettamente sceso, giorno dopo giorno, fino a quello che mi sembra un vero e proprio trauma post-ritorno; una cosa che non avevo mai provato prima e che, con tutto il cuore, non auguro a nessuno.
  • Queste sono le cose brutte. La cosa bella è l’unica reazione positiva che sto avendo in questo momento: riconoscere, dopo lo sbandamento iniziale, che l’Italia è bella, è Bella vera, e che siamo noi i primi a doverla valorizzare con le nostre piccole gite, anche solo di poche ore, coi nostri racconti e le nostre fotografie, col nostro amore. Adesso che in Italia, almeno per un po’, ci devo stare, ho deciso di guardarla con la stessa meraviglia con la quale guadavo l’Australia, cercando e raccontando quelle centinaia, migliaia di angoli più o meno nascosti del Belpaese (e dell’Europa tutta). Siamo nel posto più figo al mondo o no????
  • Questa ritrovata voglia di meraviglia negli occhi, per ora, sta coincidendo con parecchio tempo libero e tanta voglia di scoprire: due cose imprescindibili al viaggiatore e al turista (che io sono un po’ di entrambi, se mai ci fosse una vera differenza).

Con queste premesse, giro dove e quando posso, per ritrovare la bellezza OVUNQUE io sia. È ciò che mi mantiene in vita e che mi fa respirare, e non posso dimenticarmene. Spero di tenermi questo promemoria sempre bene in mente!!


Tu cosa ne pensi? Raccontamelo nei commenti!! 🙂