Il FAI – Fondo Ambientale Italiano ci regala l’opportunità di visitare tesori storico-artistici meravigliosi e inesplorati. Parliamo delle Giornate FAI di Primavera, 19-20 marzo.

FAI

© fondoambiente.it

L’arte, la cultura e la natura sono patrimoni estremamente importanti per tutta l’umanità, e per l’Italia in particolare. Vantiamo un elevatissimo numero di patrimoni UNESCO e, diciamocelo, la fortuna dell’Italia è dovuta soprattutto ai molti e inestimabili tesori che conserva. Siamo tutti bravi a decantarne le lodi, a esserne orgogliosi, a vantarcene di fronte ai turisti stranieri che ce li invidiano ma poi, nella vita reale di tutti i giorni, non è che facciamo poi così tanto per valorizzare queste piccole e grandi meraviglie. Io sono sempre ben felice di parlare delle belle cose che vedo e che visito sul mio blog, ma a volte mi chiedo se potrei fare di più!

FAI – Fondo Ambiente Italiano

Per fortuna, esistono delle organizzazioni create appositamente per la tutela e la promozione del patrimonio culturale e ambientale italiano. Per fortuna esiste il FAI – Fondo Ambiente Italiano che, sul sito ufficiale, indica le proprie missioni:

Promuovere in concreto una cultura di rispetto della natura, dell’arte, della storia e delle tradizioni d’Italia e tutelare un patrimonio che è parte fondamentale delle nostre radici e della nostra identità.

Il FAI è un’organizzazione senza scopo di lucro fondata nel 1975, grazie a un’idea di Elena, figlia del famoso filosofo Benedetto Croce. Nel corso della sua vita, la fondazione ha centrato moltissimi obiettivi, grazie agli organizzatori e ai molti e preziosi interventi da parte di aziende e privati, fino ad arrivare, oggi, a tutelare 54 beni (dei quali 30 sono aperti al pubblico), per un totale di ben 60.000 metri quadri di edifici storici sotto protezione. Oltre a questo, il FAI conta anche più di 30.000 libri antichi e 19.000 pezzi d’arte, più migliaia di chilometri quadrati di paesaggi, terreni agricoli, boschi e giardini protetti. C’è ancora molto da fare, è vero, ma siamo fortunati ad avere un ente che si occupa di salvaguardare i nostri beni più preziosi che, altrimenti, a quest’ora sarebbero fatiscenti, senza vita e senza alcuna personalità storico-artistica.

FAI

© giornatefai.it

Le giornate FAI di Primavera

Tutta questa pappardella per segnalare un evento che forse conoscerai già, ma che a me fa piacere ricordare (soprattutto a me stessa, visto che non sono mai riuscita a parteciparvi). Si tratta della 24° edizione delle Giornate FAI di Primavera, che si terranno in tutta Italia il 19 e il 20 marzo. Nel corso delle precedenti edizioni, il FAI è riuscito ad aprire “le porte di oltre 9000 luoghi solitamente chiusi al pubblico in più di 3600 città di tutta Italia, consentendo a 8,5 milioni di persone di godere dello spettacolo della loro bellezza” (come si legge sul sito dell’evento).

Quest’anno, le città interessate sono 380 e, tra chiese, ville, parchi, aree archeologiche, castelli e archivi per un totale di 900 luoghi aperti, le opportunità di conoscere e arricchirsi non mancheranno! Sul sito ufficiale delle Giornate è possibile visualizzare tutti i siti interessati, suddivisi per provincia e regione. Inoltre, alla sezione Consigli per la visita, basta iscriversi per accedere all’area dove scoprire le aperture esclusive e gli itinerari consigliati. Un po’ ovunque nel sito, inoltre, si può decidere di iscriversi al FAI per godere di accessi esclusivi, saltafila e moltissimi altri vantaggi; ma, soprattutto, per dare un piccolo ma importante contributo alla causa! Le iscrizioni sono annuali e hanno vari prezzi, qui puoi saperne di più.

FAI

Chiesa di Santa Caterina, Pisa – © giornatefai.it

FAI

Abbazia di San Giusto al Pinone, Carmignano (PO) – © giornatefai.it

In Toscana 

Naturalmente, una delle prime cose che ho fatto è stata andare a cercare i siti aperti nelle province della Toscana, dove mi trovo adesso. Non mi dispiacerebbe riuscire a visitare la Chiesa e Sagrestia di Santa Caterina a Pisa, o l’Abbazia di San Giusto al Pinone a Carmignano (PO). Spero di riuscire a partecipare alle Giornate! Se sei in Toscana accompami 🙂


Tu hai mai partecipato alle Giornate FAI di Primavera? Lo farai quest’anno? Dove ti piacerebbe andare? Raccontamelo nei commenti! 🙂