Kutna Hora è una cittadina della Boemia, a meno di un’ora da Praga: scopriamo la sua storia e le sue attrazioni tra gotico, argento e ossa umane!

Kutna Hora

Mi sembra passata una vita da quel giorno di visita a Kutna Hora, una piccola e tranquilla città della Boemia Centrale; invece è trascorso solo un anno, alla fine. Mi ricordo ancora ogni singolo particolare perché questa cittadina immersa nelle campagne ceche mi era piaciuta davvero tantissimo, nonostante il cielo grigio e la pioggerellina insistente.

Kutna Hora: una bella scoperta

Scrigno dei tesori del Regno di Boemia: così è stata conosciuta questa città per molto tempo. Essenzialmente, Kutna Hora mi è piaciuta perché incarna la mia personale idea di tipica cittadina dell’Europa dell’est, con le sue strade lastricate, i palazzi decorati e gli edifici gotici, un’atmosfera tranquilla e tante tradizioni da scoprire.

Durante la pianificazione del nostro viaggio a Praga abbiamo voluto includere una gita fuori porta per provare a familiarizzare con la Repubblica Ceca oltre la sua celebre e meravigliosa capitale; avevamo moltissime mete tra cui scegliere (la Cechia è casa di molti castelli, ad esempio), ma alla fine Kutna Hora si è rivelata un’ottima scelta: facilissima da raggiungere partendo da Praga, visitabile a piedi e in un giorno, anche se di cose da vedere ce ne sono parecchie!

Kutna Hora

Kutna Hora e l’argento: la storia

La nascita e le sorti di questa piccola città sono perlopiù legate all’argento e alla sua estrazione; anche il nome stesso ne è una prova: Kutna Hora può essere tradotto con “Montagna delle Miniere”. Sorta nella vallata del fiume Vrchlice a circa 250 mslm, la città di Kutna Hora nasce da piccoli insediamenti costruiti a partire dall’XI secolo intorno ai giacimenti d’argento della zona, che la resero in un paio di secoli la città più importante e florida della Boemia dopo Praga, sotto il regno di Venceslao II. Durante le Guerre Hussite, Kutna Hora fu bruciata e distrutta in più punti ma, una volta tornata la pace, i proventi derivanti dalle miniere permisero la costruzione di una città ancora più bella e forte. Così come l’argento aveva dato, l’argento ha tolto: a partire dal 1530, con l’esaurimento delle miniere e l’introduzione sempre più costante di argento a basso costo proveniente dal Nuovo Mondo, la città subì un costante declino, dovuto anche alla sanguinosa Guerra dei Trent’Anni. Solo a metà dell’800 la città riacquistò importanza come centro amministrativo e, nell’ultimo secolo, anche turistico.

Kutna Hora

Cosa vedere a Kutna Hora

Siamo stati fortunati, in qualche modo, a visitare Kutna Hora in una sorta di crescendo storico e artistico, partendo dalle ossa accatastate a Sedlec fino alla grandiosità di una delle cattedrali gotiche più belle che io abbia mai visto. Ti mostro il nostro itinerario a grandi linee, parlandoti delle tappe che, secondo me, sono imperdibili durante una giornata a Kutna Hora.

-Chiesa di Nostra Signora di Sedlec

Arrivando dalla stazione del paese e oltrepassata la coltre di odore pungente che viene dalla fabbrica delle Philip Morris, la Chiesa di Nostra Signora di Sedlec è la prima attrazione che si incontra. Costruita a partire dal 1290 come convento dell’abbazia cistercense di Sedlec voluta dal Re Venceslao II, la Chiesa dell’Assunzione della Vergine Maria e di San Giovanni Battista – questo il nome completo della chiesa – fu ridotta in macerie a causa di un incendio durante le Guerre Hussite, e così rimase per quasi 300, fino a che non fu ricostruita nel 1699 da Jan Blažej Santini, uno degli architetti più famosi della Repubblica Ceca; attualmente, si può dire che la chiesa segua uno stile barocco-gotico, senza eguali in Europa.

Kutna Hora

Dal 1995, la Chiesa fa parte del patrimonio dell’UNESCO, insieme alla Cattedrale e al centro storico di Kutna Hora. Cinque navate e sette cappelle, soffitti altissimi, un giallo crema come colore dominante, opere d’arte religiose degne di nota, resti archeologici e un camminamento sotto le capriate di legno per ammirare la chiesa dall’alto sono le sue principali caratteristiche.

Kutna Hora

-Ossario di Sedlec

Basta una brevissima camminata per raggiungere un luogo piccolo piccolo, ma talmente incredibile che da solo varrebbe una visita a Kutna Hora. “Incredibile” è un aggettivo che non ho scelto a caso: le ossa di 40.000 corpi umani disposte in maniera creativa da un intagliatore ceco a formare lampadari, candelabri e stemmi araldici…è una cosa abbastanza difficile da credere. Dell’Ossario di Sedlec ne ho già ampiamente parlato in un articolo precedente; se cerchi qualcosa di davvero gotico, più nel concetto che nello stile, allora l’Ossario di Sedlec è il posto giusto per te: sarà una lotta continua tra il rimanere disgustato e affascinato!

Kutna Hora

-Centro storico di Kutna Hora

Dopo una camminata lungo la -brutta- periferia della città (Sedlec è una frazione di Kutna Hora, che si trova a circa 2.5 km dal centro), il centro storico della città boema ti si para davanti in tutto il suo splendore. Mi piacciono tantissimo queste cittadine raccolte, pulite, ordinate, tenute perfettamente.

Kutna Hora

Kutna Hora

Come al solito, in posti come questo è necessario perdersi: basta una mezz’ora, prima di riprendere la cartina e l’orientamento, per farsi un’idea della conformazione urbana e, soprattutto, per gustarsi i sampietrini lungo i viali, i piccoli prati alberati e cosparsi di foglie dai colori autunnali, le case in stile gotico ma anche barocco, rinascimentale e neoclassico. Una passeggiata per il centro storico di Kutna Hora è davvero piacevole! Immagino che con il sole questi posti prendano letteralmente vita…ma anche così, a me è piaciuto moltissimo camminare senza meta 🙂

Kutna Hora

  Kutna Hora        Kutna Hora

Kutna Hora

Kutna Hora

  Kutna Hora

-Le piccole perle del centro storico

Oltre a perdersi, è importante anche prendere le strade giuste! Le vie Husova, Kollarova e Sultysova – abbellita da una grande colonna sulla cui cima è posizionata una statua della Vergine-, ad esempio, sono perfette per una passeggiata alla scoperta delle atmosfere di Kutna Hora. Non perderti il vicolo di Ruthardkaù, la stradina di stampo medievale che è uno dei luoghi più pittoreschi e romantici della città. Intorno alla famiglia Ruthard, da cui il vicolo prende il nome, aleggia una leggenda: si dice che uno dei membri della famiglia fosse così avaro che, invece di permettere alla figlia Rosina di sposarsi, la rinchiuse nella cantina di una casa che si affaccia sulla strada. Rosina morì di fame e, poco dopo, suo padre morì dal dolore; da quel tempo, si dice che il fantasma di Rosina aleggi in quella casa e lungo la via. Io non so se credere ai fantasmi, ma pare che nel 1648 quella stessa casa crollò provocando 15 morti: meglio non rischiare!

Kutna Hora

Sempre in giro per il centro storico di Kutna Hora, molto bella anche Palackého náměstí, la piazza dedicata allo storico Frantisek Palacky, circondata da bellissimi palazzi; su questa piazza, prima che venisse bruciato, un tempo si affacciava anche il vecchio Municipio in stile gotico.  In Václavské náměstí, invece, sorge la “Casa di Pietra” (Kamenni Dum): all’esterno è un edificio molto particolare e riccamente decorato, mentre all’interno è sede di un’esposizione di oggetti d’uso quotidiano risalenti al XVII-XIX secolo. In Rejsek náměstí troverai una particolare fontana di pietra in stile gotico, costruita nel 1492 dall’architettto Matěj Rejsek (quello della Torre delle Polveri a Praga). Da lontano, la fontana alta 4 metri sembra circolare, ma in realtà è formata da 12 pareti decorate. Un tempo, questa fontana rappresentava il maggior approvvigionamento d’acqua per tutta la città.

Kutna Hora

La Casa di Pietra

Kutna Hora

La fontana di pietra

Infine, sempre nel cuore del centro storico sono da menzionare la barocca Chiesa dedicata a San Giovanni Nepomuceno e la Chiesa di San Giacomo, la più vecchia della città e con un campanile di 86 metri.

Kutna Hora

-Corte Italiana

Non te l’ho detto prima parlandoti della storia ma, grazie alla vicinanza dei giacimenti argentiferi, nel Medioevo qui a Kutna Hora fu stabilita la Zecca boema. La Corte Italiana è l’edificio in cui un tempo sorgeva la Zecca Reale, e il suo nome deriva dal fatto che, al tempo, vennero fatti arrivare coniatori e banchieri toscani per aiutare il Re Venceslao II a implementare la riforma monetaria da lui introdotta. Grazie a loro, i groschen boemi furono per molti anni una delle valute più forti d’Europa.

Kutna Hora

Kutna Hora

Il nome “corte” è davvero azzeccato per questo edificio a metà tra palazzo e castello che unisce vari stili diversi, con le sue pareti color biscotto e i gatti che passeggiano indisturbati per il cortile interno. Oggi, la Corte Italiana che per tanti anni è stata residenza reale, è la sede del Municipio e un museo molto interessante. È possibile visitarlo solo tramite visita guidata, e secondo me vale proprio la pena. In meno di un’ora abbiamo scoperto molte cose sulla vita (reale e non) del tempo, abbiamo visitato bellissime stanze e imparato vari concetti e curiosità sul conio delle monete.

Kutna Hora

Coniando monete (sembro perplessa)

Kutna Hora

-Museo dell’Argento Hrádek e la miniera d’argento

Il castello chiamato Hrádek (letteralmente, “piccolo castello”) è più che altro un bellissimo palazzo situato nel centro storico, e risalente agli inizi del 1300. Anche se il palazzo è gotico, le sue stanze sono perlopiù decorate in stile rinascimentale e sono molto belle da visitare, ma il pezzo forte di questo edificio è il Museo Ceco dell’Argento, fondato nel 1996. Qui è possibile scegliere tra due diversi percorsi: il percorso I, The Town of Silver, ti permetterà di scoprire molto sulla storia della città, dei suoi edifici e dei suoi abitanti, dagli inizi fino agli anni di più grande splendore.

Il percorso II, The Journey of Silver, è un vero e proprio viaggio alla scoperta della vita quotidiana all’interno delle miniere d’argento, che hanno reso Kutna Hora la città che è adesso. Tramite questo percorso scoprirai moltissime cose sull’argento e sulla sua estrazione, in generale e in questa città, e vedrai la replica di un piccolo villaggio medievale ai tempi dell’estrazione del minerale; poi, indossati camice bianco, caschetto e torcia da testa, avrai la possibilità di camminare all’interno di una vera e propria miniera d’argento, lunga circa 250 metri e utilizzata in epoca medievale. Un’esperienza davvero da provare…basta non essere claustrofobici, perché il passaggio in alcuni punti è largo non più di mezzo metro e fa davvero impressione!

Kutna Hora

Cunicoli nella miniera

Kutna Hora

-GASK nell’Antico Collegio dei Gesuiti

Da Hrádek fino alla cattedrale si srotola Barborská, uno dei viali più belli di tutta la città che si apre sulla valle ed è affiancata da tante bellissime statue. Proprio su questo viale si affaccia l’antico collegio dei Gesuiti, che qui si stabilirono all’inizio del 1600. La struttura del collegio, con due torrette laterali, fu costruito nell’arco di 200 anni tra la metà del 1600 e del 1800, e penso si inserisca perfettamente nella cornice in cui si trova.

Kutna Hora

Kutna Hora

Oggi, il collegio è stato trasformato nella sede del GASK, la Galleria della Boemia Centrale, che ospita diverse opere di arte moderna e contemporanea.

-Cattedrale di Santa Barbara

Costruita su una terrazza panoramica sulla valle del fiume Vrchlice, la Cattedrale di Santa Barbara (Chrám svaté Barbory) arriva alla fine di un viale e ti lascia a bocca aperta. Enorme, scura, misteriosa, piena di guglie intricate e di storie in ogni pietra: in una sola parola, sorprendente. La costruzione della cattedrale fu iniziata nel 1388 grazie alle corporazioni dei minatori locali che, in quell’anno, chiesero la costruzione di una grande chiesa da dedicare a Santa Barbara, la loro santa protettrice.

Kutna Hora

I lavori si protrassero per tantissimo tempo (oltre 500 anni!), anche a causa delle guerre hussite e a diversi rimaneggiamenti: l’estensione nel tempo dell’opera di costruzione ha forse lasciato poco dell’originale, ma ha anche portato alla costruzione di un edificio unico nel suo genere. La sua copertura esterna a tre vertici la rende immediatamente riconoscibile anche da lontano, mentre all’interno ospita tantissime decorazioni, vetrate colorate e opere d’arte, senza contare i tanti affreschi medievali che raffigurano diverse scene di vita quotidiana in miniera.

Kutna Hora

Da dietro l’altare

Kutna Hora

Kutna Hora

 Se dovessi tornare a Kutna Hora…

Mi farei un altro giro senza meta per il delizioso centro storico che, in primavera, deve essere ancora più bello! Entrerei a dare un’occhiata alle chiese che erano chiuse durante la mia visita (quella dedicata a San Giacomo soprattutto) e visiterei l’interno della Casa di Pietra, che purtroppo ho ammirato solo da fuori. Entrerei nella Casa Sankturin, un bel palazzo barocco che ospita una galleria d’arte contemporanea chiamata Felix Jenewein Gallery…e, soprattutto, perderei un’oretta al Museo dell’Alchimia che, tra stregoneria, esoterismo, pietre filosofali ed elisir di lunga vita, deve essere davvero interessante e un po’ bizzarro!


 INFO UTILI

Come arrivare: Kutna Hora si trova a circa 80 km dalla capitale ceca. Da Praga, si può raggiungere Kutna Hora in auto, naturalmente, ma i mezzi più comodi sono il treno o l’autobus. Il treno parte a cadenza regolare dalla stazione centrale di Praga (Hlavny Nadrazi) e impiega circa 50 minuti, mentre gli autobus partono solitamente dall’autostazione di Florenc. Qui puoi vedere gli orari dei treni.
A Kutna Hora ci sono due stazioni: sia il treno che l’autobus si fermeranno alla stazione principale che però è situata fuori dal centro (circa 1 km da Sedlec e 3.5 km dal centro storico): puoi raggiungere le attrazioni a piedi (come abbiamo fatto noi), oppure con un altro treno (che di solito parte 5 minuti dopo che quello da Praga è arrivato), con l’autobus numero 1 o numero 7 che parte dalla stazione centrale, o ancora con il minibus turistico che ferma all’Ossario e poi nel centro storico. Sembra molto incasinato ma non lo è: per capirlo meglio, leggi qui.

Nostra Signora di Sedlec
Indirizzo: Vitezna 284
Apertura: la chiesa segue orari molto variegati, ma solitamente rimane aperta dalle 10.00 alle 16.00 da novembre a marzo, e dalle 09.00 alle 17.00 da aprile a ottobre.
Ingresso: 30 CZK (adulti), 20 CZK (bambini e studenti).

Cattedrale di Santa Barbara
Apertura: la Cattedrale segue orari molto variegati, ma solitamente rimane aperta dalle 10.00 alle 16.00 da novembre a marzo, e dalle 09.00 alle 18.00 da aprile a ottobre.
Ingresso: 60 CZK (adulti), 40 CZK (bambini e studenti).

Corte Italiana
Indirizzo: Havlickovo náměstí 552
Orari: 10.00-16.00 (novembre-febbraio), 10.00-17.00 (marzo-ottobre), 09.00-18.00 (aprile-settembre)
Ingresso: 85 CZK (adulti), 45 CZK (bambini e studenti). La visita guidata dura circa 45 minuti.

Museo Ceco dell’Argento
Indirizzo: Barborská 28
Apertura: 09.00-17.00 (aprile ed ottobre), 09.00-18.00 (maggio, giugno e settembre), 10.00-18.00 (luglio e agosto), 10.00-16.00 (novembre); chiuso tutti i lunedì e da dicembre a marzo.
Ingresso: Tour I: 70 CZK (adulti), 40 CZK (bambini e studenti); tour II: 130 CZK (adulti), 90 CZK (bambini e studenti); Tour I + Tour II: 150 CZK (adulti), 100 CZK (bambini e studenti). Devono essere aggiunti 20 CZK a testa per un tour che non sia in ceco.
Info: la miniera resta chiusa in caso di tempo avverso (neve o ghiaccio); sono ammessi bambini maggiori di 7 anni, ed è indispensabile avere scarpe comode e nessuna predisposizione ad attacchi di panico o claustrofobia. Puoi visitare il sito ufficiale del Museo qui.

GASK
Indirizzo: Barborská 24
Orari: dal martedì alla domenica, dalle 10.00 alle 18.00. il Collegio ha anche un giardino, aperto tutti i giorni fino alle 19.00.
Ingresso: 200 CZK (adulti), 100 CZK (anziani, studenti, disabili)

Biglietto cumulativo: si chiama 4-stupenka (“4 biglietti”) e comprende l’ossario di Sedlec, la Chiesa di Nostra Signora di Sedlec, il museo GASK e la Cattedrale di Santa Barbara. Tariffa: 305 CZK (adulti), 210 CZK (bambini). Esiste anche un biglietto per visitare solo le prime due attrazioni menzionate, a Sedlec: 80 CZK (adulti), 50 CZK (bambini e studenti).

Per maggiori info: il centro turistico di Kutna Hora si trova in Palackého náměstí 377. Indirizzo email: infocentrum@kutnahora.cz. Siti interessanti da navigare sono middleczech.cz o il sito ufficiale della città di Kutna Hora.


Tu sei mai stato a Kutna Hora? Hai mai visitato un ossario, una zecca reale o una miniera d’argento? Che ne pensi di questa città? Raccontamelo nei commenti! 🙂