Non è una città particolarmente turistica, eppure le sue belle chicche le ha! Ecco cosa vedere a Pordenone, secondo me: un giorno può bastare!

cosa vedere a Pordenone

Non credo che Pordenone sia una di quelle città che si trovano nella lista dei luoghi da vedere in Italia. Anzi, un po’ come il Molise si potrebbe dire che “Pordenone non esiste”. Io, per esempio, a lei non ci avevo mai pensato in quanto meta per una gita fuori porta; non avevo neanche un’idea precisa di che cosa potesse offrire, onestamente! Poi è arrivata la possibilità di partecipare a un evento formativo nel mio ambito di lavoro (traduzione) proprio nella città friulana, e allora quale migliore occasione per dare un’occhiata a questa piccola Cenerentola italiana?

Visita a Pordenone: un giorno può bastare

Sicuramente non basterebbero settimane per conoscerla a fondo, ma io avevo (meno di) un giorno a disposizione, e me lo sono fatto bastare! Credo che un giorno sia sufficiente a farsi un’idea ben precisa della zona centrale della città, in cui troverai le cose principali da vedere. Il centro è piccolino e si gira tranquillamente a piedi (o in bici). Alla fine, ho scoperto che Pordenone non solo esiste, ma che, magari se vi trovate da qualche parte nel nord-est italiano, una piccola visita se la merita proprio! È una passeggiata piacevole, partiamo 🙂

cosa vedere a Pordenone

cosa vedere a Pordenone

Pordenone: com’era, com’è

Sono stati ritrovati resti di una villa romana nella zona, ma i primi documenti sulla città risalgono al 1.024 come insediamento commerciale sul Noncello. Durante il Medioevo, questo fiume fu una rotta commerciale piuttosto in uso grazie alla sua posizione strategica, a metà strada tra i monti e il mare. È proprio dal fiume che la città prese il nome: Portus Naonis (Porto sul Noncello). Tra il Ducato del Friuli, la dominazione asburgica e la Repubblica di Venezia, Pordenone si è fatta strada nel corso degli ultimi secoli grazie alla sua ottima posizione tra Venezia e Trieste, fino a diventare uno dei capoluoghi di provincia del Friuli nel 1968.

cosa vedere a Pordenone

Oggi, lungo la via principale e quelle circostanti si ritrovano le tracce delle epoche medievale e rinascimentale, di cui i palazzi affrescati sono la massima rappresentazione. Durante il mio piccolo soggiorno a Pordenone ho respirato un’aria di serenità, quasi di confine, a metà strada da tutto: le grandi città italiane e i confini stranieri, il Mare Adriatico e le Dolomiti Friulane, il desiderio di crescere in termini di offerta e innovazione, ma anche quello di restarsene nella tranquillità di un luogo un po’ fuori da tutto, ma dove non manca niente.

Cosa vedere a Pordenone (secondo me)

Ecco una lista casuale di cosa vedere a Pordenone secondo la mia piccola esperienza:

Corso Vittorio Emanuele II

L’arteria principale di Pordenone è sicuramente la via (interamente pedonale) lungo la quale vorrai passeggiare una, due, tre, tantissime volte. Un tempo la via si chiama Contrada Maggiore ed è affiancata da dei portici che ospitano negozi, ristoranti, caffetterie e bar storici. Insomma è la via che rappresenta il cuore pulsante della città, ma sono sicura che ti farà impazzire per una sua caratteristica molto speciale: i palazzi. Cammina quindi col naso all’insù e non perderti le facciate, i balconcini, gli affreschi, i simboli, le finestre e i colori dei tanti palazzi che seguono diversi stili: dal gotico al rinascimentale, dal medievale al veneziano.

cosa vedere a Pordenone

cosa vedere a Pordenone

Partendo dal Municipio (vedi sotto) e terminando in piazza Cavour, oppure al contrario, incontrerai tantissimi palazzi meravigliosi. Ecco qualche nome in ordine sparso: Casa Vianello, Casa Bassani-Gregoris, Casa Pittini, Palazzo Tinti (uno dei più antichi), Palazzo Montereale Mantica, l’ex Teatro Sociale, Casa Simoni e Palazzo De Rubeis.

Vai con la carrellata di foto!! 🙂

cosa vedere a Pordenone

cosa vedere a Pordenone

cosa vedere a Pordenone

cosa vedere a Pordenone

cosa vedere a Pordenone

Piazza Cavour e Corso Garibaldi

Alla fine di Corso Vittorio Emanuele II, dalla parte opposta del Comune, si apre la piccola Piazza Cavour e il prosieguo del corso, che da qui si chiama Corso Garibaldi. Anche in questa via potrai trovare negozi e locali, nonché altri bei palazzi risalenti perlopiù al 1600: Palazzo Loredan-Porcia, Palazzo de’ Spelladi-Porcia, Palazzo Dolfin-Porcia, Palazzo Pera e Palazzo Sbrojavacca. Vicino a piazza Cavour si apre anche una piccola corte commerciale (Corte Torres), dove ti consiglio di entrare per dare un’occhiata alla Libreria Quo Vadis, un piccolo ma fornitissimo spazio dedicato interamente alla letteratura di viaggio! In pieno stile Exploreading 🙂

cosa vedere a Pordenone

L’ingresso della deliziosa Libreria Quo Vadis

Piazza XX Settembre

Credo sia la piazza più grande del centro di Pordenone, circondata da bar, negozi e hotel. Nel weekend in cui sono stata io era in parte ricoperta da una coloratissima installazione a tema fiori e giardini, che l’ha resa ancora più bella! Non ha chissà quali edifici ad affacciarsi su di lei (Casa del Mutilato e Biblioteca Civica a parte), ma è molto allegra e spesso piena di gente e di piacevole confusione.

cosa vedere a Pordenone

Palazzo Comunale

Per me è sicuramente il punto più bello della città, il simbolo di Pordenone. In fondo al corso, subito prima della piazza del Duomo, questo elegante palazzo con il loggiato fu costruito tra la fine del 1200 e la fine del 1300, mentre il particolare orologio astronomico sulla facciata fu aggiunto tre secoli dopo. Di fronte al palazzo trovi anche una piccola statua colorata di Giovanni Antonio de’ Sacchis, alias il Pordenone, il pittore più conosciuto della città e vissuto tra il 1400 e il 1500.

cosa vedere a Pordenone

cosa vedere a Pordenone

Particolare della fiancata del palazzo

Tra l’altro, a partire da questa “piazzetta” (il corso si allarga di molto rispetto all’altro capo) partono diversi vicoli caratteristici davvero carinissimi, in cui consiglio una piccola passeggiata senza meta!

cosa vedere a Pordenone

In quest’osteria abbiamo mangiato la prima sera!

cosa vedere a Pordenone

cosa vedere a Pordenone

cosa vedere a Pordenone

Affreschi e resti delle antiche mura

Palazzo Ricchieri

Tra tutti i palazzi che adornano Corso Vittorio Emanuele II, questo è forse il più elegante e suggestivo, e si trova proprio di fianco al Palazzo del Comune. Costruito nel 1200 come casa-torre a difesa della città, durante l’epoca veneziana su riadattato a residenza della nobile famiglia Ricchieri ed è, oggi, sede del Museo Civico d’Arte. Un museo che costa pochi euro e che si gira in mezz’ora: ti consiglio di visitarlo per ammirare non solo le sculture lignee e i dipinti, ma anche il palazzo stesso, con i suoi affreschi e i soffitti lignei a cassettoni (e te lo dice una che impazzisce per i soffitti!).

cosa vedere a Pordenone

cosa vedere a Pordenone

cosa vedere a Pordenone

Col tipo a sinistra ho fatto un selfie! 🙂

Duomo Concattedrale di San Marco

Subito dietro ai due palazzi appena descritti si trova la pittoresca piazza San Marco, con altri palazzi colorati e una piccola fontana al centro. Su un piano rialzato si trova il Duomo, dedicato appunto a San Marco. La facciata del duomo, secondo me, non è veramente niente di speciale (anche se sono interessanti le formelle di marmo del portone che mostrano i diversi segni zodiacali… io a dir la verità non sono riuscita a riconoscerli tutti!), ma l’interno è davvero apprezzabile. A primo impatto non mi ha entusiasmato, ma poi si è lasciato scoprire e sono rimasta sorpresa dal contrasto del bianco del soffitto con gli affreschi coloratissimi e i quadri alle pareti. Il più interessante è quello che si vede subito a destra dell’ingresso, dipinto dal Pordenone (il cui volto si ritrova affrescato in una delle colonne del duomo stesso!).

cosa vedere a Pordenone

cosa vedere a Pordenone

Piazza San Marco

cosa vedere a Pordenone

Un altro scorcio di Piazza San Marco

La cattedrale fu costruita a partire dal XIII secolo secondo lo stile romanico-gotico.

Campanile del Duomo

Uno dei miei scorci preferiti di Pordenone, un campanile davvero elegante, che svetta fino ai 79 metri grazie alla sua cuspide del 1600 (il campanile in sé invece è del 1374). Pare che in cima ci sia un ristorante e che si possa salire solo in alcuni giorni dell’anno (oppure andare a mangiare nel ristorante, ovviamente), quindi non sono salita… peccato, da lassù il Corso deve sembrare un serpentone colorato e bellissimo!

cosa vedere a Pordenone

Piazza della Motta

Gironzolando troverai questa storica piazza di Pordenone, tradizionalmente sede del mercato e di eventi popolari, dove potrai fotografare il settecentesco ex Convento di San Francesco con l’omonima statua, il Palazzo Galvani-Damiani e il Palazzo Monte dei Pegni, nonché qualche insegna e qualche scorcio davvero deliziosi!

cosa vedere a Pordenone

cosa vedere a Pordenone

San Francesco

Chiesa Parrocchiale di San Giorgio

L’abbiamo vista di sfuggita perché si stava svolgendo una messa. È in stile neoclassico e la sua particolarità è sicuramente l’altissimo campanile a colonna, risalente al 1800.

Il Noncello

Almeno un salto veloce a vedere il Noncello, il fiume così importante per Pordenone tanto da avergli dato il nome e da essere presente sul suo stemma, secondo me lo devi fare. È una piccola oasi naturale, con il corso d’acqua immerso nella fitta vegetazione e nel parco fluviale. Puoi attraversarlo tramite il Ponte di Adamo ed Eva, così chiamato per le due statue lì presenti (anche se in realtà queste rappresenterebbero Giove e Giunone).

cosa vedere a Pordenone

Chiesa della Santissima Trinità

Si trova subito oltre il Noncello e io purtroppo l’ho trovata chiusa. Anche da fuori la chiesa cinquecentesca è comunque carinissima, con la sua particolare forma ottagonale in un prato pieno di fiori.

cosa vedere a Pordenone

Parco Galvani

Cosa vedere a Pordenone quando si ha voglia di staccare dalla città? I suoi parchi, ovviamente! Siamo arrivati a fare una passeggiata nel Parco Galvani a fine pomeriggio, quando il sole stava calando e il prato era pieno di bambini e di ragazzini che giocavano a calcio. All’interno del parco si trova Villa Galvani, risalente al Settecento, che ospita PArCo, la galleria di arte moderna che non siamo riusciti a visitare. Proprio lì di fianco c’è un laghetto circondati da 185 varietà di rose che, ho scoperto, fanno parte di un percorso museale della Rosa Antica, chiamato Mira. Abbiamo passeggiato lungo il laghetto nonostante inizio aprile fosse ancora presto per le rose. Immagino che da maggio sia uno splendore!

cosa vedere a Pordenone

Il sentiero delle rose

Cosa vedere a Pordenone per la prossima volta

È vero che le cose da vedere a Pordenone non sono moltissime, ma è anche vero che io mica le ho viste tutte! Se e quando tornerò nella città friulana (magari in occasione di Pordenone Legge o della seconda edizione dell’evento formativo a cui ho partecipato quest’anno), vorrò fare un salto nella Biblioteca Civica, di cui è sede l’Ex Convento dei Domenicani. Vorrei anche visitare il Museo Diocesano e il Museo Civico di Storia Naturale e, infine, il Parco di San Valentino, con il laghetto e l’ex Cartiera Galvani, che pare essere il più grande parco cittadino di tutto il Friuli!


INFO UTILI

Museo Civico d’Arte: si trova in Corso Vittorio Emanuele 51 ed è aperto dal mercoledì alla domenica, dalle 15.00 alle 19.00. Il biglietto costa 3/1€ intero/ridotto.

Dove dormire: noi abbiamo alloggiato all’Hotel Minerva. È un hotel un po’ “vecchio stile” non di quelli che mi fanno impazzire, ma ha alcuni vantaggi non di poco conto: è pulito e comodo, il personale è molto gentile, ha il parcheggio gratuito per gli ospiti e si trova in pieno centro, letteralmente a un passo da Piazza XX Settembre.

Dove mangiare: ho provato due posticini che mi sento assolutamente di consigliarti perché ho mangiato benissimo a un prezzo non esagerato, considerata la posizione centrale. Il primo è la Vecia Osteria del Moro in Via Castello, un vicoletto a due passi dal Palazzo Comunale: un locale abbastanza caratteristico dove si mangiano prodotti tipici friulani, come il frico, i salumi e i formaggi, il Muset (un cotechino da mangiare con la polenta) e la Pitina (una sorta di salame affumicato con carne ovina e suina, molto particolare!). Il secondo è la storica Prosciutteria F.lli Martin in Via della Motta, specializzata in salumi (specialmente il meraviglioso San Daniele) e altri piatti tipici. Il frico assaggiato qui (in foto) era pazzesco!

cosa vedere a Pordenone


Sei già stato nella città friulana? Sei d’accordo su cosa vedere a Pordenone? Mi consiglieresti qualcos’altro per la prossima volta? Raccontamelo con un commento! 🙂