Staré Město, la città vecchia di Praga, è uno dei quartieri più caratteristici della capitale ceca. Ti parlo delle sue atmosfere e delle tantissime attrazioni turistiche che racchiude!


Dopo una piccola ma condensata guida ai quartieri di Praga, torno a parlarti dell’affascinante capitale ceca e, nello specifico, del quartiere che rappresenta il cuore storico, sociale e culturale della città. Famosa per il Ponte Carlo e l’Orologio Astronomico, la Città Vecchia di Praga nasconde, in realtà, tante chicche architettoniche che, per me, sono assolutamente imperdibili!

Staré Město: com’era, com’è

La Città Vecchia è uno dei principali quartieri del centro di Praga, casa di circa 9000 abitanti. Nonostante il suo nome, non fu il primo quartiere della città ma, piuttosto, quello che iniziò a popolarsi dopo alla zona del castello e al quartiere chiamato Mala Strana, nel corso del XII secolo. Ciononostante, alcune fonti datano la nascita di Staré Město (come mercato e piccolo insediamento di case sulla sponda destra della Moldava) già tre secoli prima.

Nel XIV secolo e grazie a Carlo IV di Lussemburgo, la città si ampliò ulteriormente, finendo per diventare una delle più importanti città del tempo nel Vecchio Continente; nacquero la zona di Josefov (il quartiere ebraico) e un altro quartiere chiamato Nove Město (la Città Nuova) che, però, era riservato alla popolazione meno abbiente. In Staré Město, invece, abitavano tendenzialmente i ricchi e i nobili del tempo.

città vecchia di Praga

Oggi, questa distinzione tra quartieri non è più così netta –Josefov, ad esempio, è considerato una parte integrante di Staré Město; ma io te ne parlerò in un post a parte-, però Staré Město conserva ancora un fascino tutto particolare, da antico borgo medievale con influenze gotiche, barocche e rinascimentali; un fascino che rimane intatto e immutabile, nonostante la Città Vecchia di Praga sia un quartiere estremamente turistico e, quindi, perennemente affollato.

città vecchia di Praga

Il quartiere è caratterizzato da palazzi alti e stretti, facciate elaborate, stradine in pietra, vetrine ricche e illuminate, e piccoli dettagli che fanno sorridere. A me la città di Praga è piaciuta immensamente, e credo sia impossibile non farsi coinvolgere dalla bellezza di Staré Město, dal suo brulicare di vita incessante, ora come quasi 1000 anni fa. Qui si concentra la storia di Praga, la sua architettura più bella, i suoi caffè e i night club, gli artisti di strada e il profumo dei trdlo.

Cosa vedere a Staré Město

Una visita al quartiere della Città Vecchia di Praga può tranquillamente richiedere una giornata intera, se non di più. Io l’ho visitato a momenti alterni nel corso della mia settimana a Praga, ma ho comunque il rimpianto di non aver visto cose bellissime di questo quartiere. Spero di tornare nella capitale ceca per rimediare, prima o poi!

Piazza della Città Vecchia – Staroměstské náměstí 

Fulcro del quartiere di Staré Město, principale salotto di Praga e, aggiungo io, una delle piazze più belle che esistano in Europa! La Piazza della Città Vecchia è pittoresca, elegante, colorata, coinvolgente, molto vivace perché sempre affollata di turisti, locali, artisti di strada e musicisti; il colpo d’occhio, appena uscito da uno dei vicoli che portano alla piazza, ti farà sicuramente uscire un “oooh” di ammirazione.

città vecchia di Praga

Quando sarai a Praga, scommetto che tornerai a far visita a questa piazza molte volte. Di giorno, di sera, per una merenda in una delle eleganti caffetterie che si affacciano sui palazzi, per salire in cima alla torre, per ammirare rapito i movimenti dell’Orologio, per una passeggiata mattutina o notturna, sotto le luci che illuminano la Chiesa e le vetrine dei bar: stai sicuro che questa piazza non ti deluderà mai, in nessuna di queste circostanze 🙂

Già “attiva” nel X secolo, questa piazza fu un tempo sede di tantissime botteghe, sia stabili che mobili, così come di vari mercati, anche perché l’edificio doganale si trovava a poca distanza. Qui si vendevano stoffe, oggetti di legno e altri materiali, vestiti e cibi di tutti i tipi, soprattutto il pesce. Nel corso del tempo, la piazza divenne luogo non solo commerciale, ma anche sociale e politico: da qui passavano i re durante le cerimonie di incoronazione, qui si ebbero eventi, rivolte, decapitazioni…come quella del 1621, in cui vennero giustiziati 27 partecipanti alla resistenza degli ordini sociali, i quali vengono oggi ricordati con croci, spade e corone di spine incise sul pavimento della piazza. A proposito di pavimento, in un punto puoi anche trovare la segnalazione del meridiano di Praga. Svettante al centro della piazza, invece, si trova un grandioso monumento dedicato a Jan Hus.
La piazza ha avuto tanti nomi del corso del tempo, ed è diventata Piazza della Città Vecchia, come si chiama ora, dal 1895.

città vecchia di Praga

Tante sono le attrazioni su cui soffermarsi nella piazza più bella della Città Vecchia di Praga:

  • Municipio (Staroměstská radnice)
    Costruito nel 1338 come sede dell’amministrazione autonoma di Staré Město (fino al 1784, quando le “4 città” praghesi vennero unificate e allora il Municipio divenne sede amministrativa della città intera), oggi è uno dei monumenti che caratterizzano Praga, in un misto tra gotico e rinascimentale, e ospita anche un centro informazioni turistiche. Si possono visitare le sale storiche, la cappella e i sotterranei.
  • Torre dell’Orologio
    La torre fa parte del Municipio e fu costruita a partire dal 1364. È possibile salire in cima, a circa 70 metri di altezza, per ammirare il panorama della selva di tetti dall’alto; al suo interno, si ha modo di scoprire qualcosa in più sulla storia e il dietro le quinte dell’orologio.

città vecchia di Praga

  • Orologio Astronomico – Staroměstský Orloj
    Capolavoro di meccanica orologiaia, il famoso Orologio della Città Vecchia di Praga rappresenta una delle principali attrazioni della città; anzi, forse ne è il suo simbolo più famoso! Costruito nel 1410 da Mikuláš z Kadaň e perfezionato anni dopo dal maestro Hanuš z Růže, vanta un meccanismo molto complesso e sofisticato, composto da un astrolabio -uno strumento medievale che localizza la posizione delle stelle- e da un calendario; in questo modo, con un solo strumento si possono determinare giorno, settimana, mese, anno e posizione delle stelle e di altri corpi celesti. Le parti decorative del mitico orologio sono le statuette che raffigurano i 12 Apostoli, ognuno con un diverso oggetto tra le mani, accompagnati da altre 4 figure. Una di queste è uno scheletro, simbolo della morte che, a ogni ora, suona una campanella e fa iniziare il piccolo ma delizioso Corteo degli Apostoli, che viene fotografato da centinaia di turisti al giorno. Secondo una leggenda, se l’orologio smette di funzionare, la città di Praga è inevitabilmente condannata a subire una qualche disgrazia! Io trovo che questo orologio sia un vero e proprio capolavoro (pur non capendo io niente di orologeria) e, quando l’ho visto per la prima volta, ho capito all’istante perché sia così conosciuto e amato!
  • Chiesa di Nostra Signora di Tyn – Týnský Chrám per i praghesi. Nome completo: Kostel Matky Boží pred Týnem
    Impossibile non notare le guglie delle sue due torri frontali, svettanti sulla piazza a 80 metri di altezza. Nonostante la facciata della chiesa sia (un po’ sorprendentemente) coperta da alcuni palazzi, e quindi sia necessario tenersi a distanza per ammirarla in tutta la sua grandezza, essa rimane comunque una figura fondamentale della Piazza della Città Vecchia di Praga. Quelle che colpiscono di più solo le due torri della facciata, romanticamente gotiche e leggermente diverse l’una dall’altra. Gli interni non sono giganteschi, ma sono eleganti e raffinati, ricchi di opere gotiche, rinascimentali e barocche; da non perdere sono le pale situate dietro all’altare. In questa chiesa si trova anche la tomba dell’astronomo Tycho Brahe, e in una delle case adiacenti visse Kafka per una decina di anni.

città vecchia di Praga

  • Chiesa di San Nicola
    Da non confondere con l’omonima chiesa nel quartiere di Mala Strana, questa chiesa in spiccato stile barocco si trova un po’ defilata rispetto al viavai di Piazza della Città Vecchia. Purtroppo quando ci sono stata io la chiesa era in ristrutturazione, quindi non ho belle fotografie dall’esterno, ma l’interno mi è piaciuto molto! La chiesa risale al 1700 e vanta marmi, stucchi dorati e una cupola finemente affrescata.
  • Palazzo Kinský
    Purtroppo non sono entrata al suo interno, ma anche solo da fuori questo palazzo lascia a bocca aperta per la sua magnificenza! Costruito in stile Rococò, è sicuramente uno dei primi palazzi che ti colpiranno una volta giunto nella piazza della città vecchia di Praga. Il palazzo è una delle tante sedi dislocate della Galleria Nazionale di Praga, la seconda più antica d’Europa (dopo il Louvre).

città vecchia di Praga

  • Casa della Campana di Pietra
    È uno dei numerosi, bellissimi edifici che si affacciano sulla Piazza della città vecchia di Praga. Costruita alla fine del XIII secolo e ristrutturata una trentina di anni fa, la Casa ospita mostre di arte contemporanea ed eventi musicali. Altre “case” da notare sul perimetro della piazza sono Casa Kriz, Casa Mikes e Casa del Minuto

Oltre la Piazza della Città Vecchia

  • Ponte Carlo – Karlův Most
    Se chiudessi gli occhi e volessi immaginare quanto di più gotico, misterioso e romantico la mia mente potesse concepire, penserei sicuramente al Ponte Carlo. Anello di congiunzione tra Mala Strana e Stare Mesto, i due quartieri più antichi di Praga, è lungo 515 metri e largo 10; da moltissimo tempo è un ponte esclusivamente pedonale, ed è costantemente affollato di turisti, a ogni ora del giorno e della sera! Oltre ai turisti, troverai tantissimi vignettisti, illustratori e artisti di strada che allietano la traversata sulla Moldava.
    città vecchia di PragaIl Ponte Carlo, però, non avrebbe bisogno di nient’altro che di se stesso: grazie alla sua struttura e ai panorami bellissimi sul castello da una parte e sulla città vecchia di Praga dall’altra, è lo scenario perfatto per una fiaba (romantica o dark, questo decidilo tu)! Il ponte, costruito nel 1357 su commissione di Carlo V, è ornato da 30 magnifiche statue di santi (naturalmente, la maggior parte è solo una copia degli originali) installate a partire dal 1683; la più famosa è quella di San Giovani Nepomuceno, che pare porti fortuna se viene toccata.

città vecchia di Praga

  • Clementinum – Klementinum
    Si trova a pochi passi da Ponte Carlo ed è impossibile non notare questo edificio di enormi proporzioni, nonostante sia in qualche modo nascosto dagli stretti vicoli della Città Vecchia di Praga. Nato come Collegio Gesuita, il Clementinum è in realtà una serie di edifici, tra i quali il più importante è la sede della Biblioteca Nazionale, costituita nel 1722 e casa di migliaia di libri oltre che di bellissimi mappamondi storici. Nel Clementinum si trovano anche altre bellissime sale affrescate, come la Sala del Meridiano e la Cappella degli Specchi, così come la Torre Astronomica sulla quale è possibile salire. Io non ho visitato il Clementinum, e lo dico ufficialmente: è il più grande rimpianto del mio viaggio a Praga!
  • Via Karlova
    È la via stretta che, arrivando dal Ponte Carlo, ti porterà dritto nel cuore della città vecchia di Praga: impossibile evitarla! Infatti era sempre piena di turisti, ogni volta che ci sono passata. Ma credo sia inevitabile, visto che si tratta di una delle vie più conosciute di tutta la città! Credo che una passeggiata lungo via Karlova sia perfetta per entrare nell’atmosfera fiabesca e sospesa della città vecchia, ma è anche ottima per fare shopping (o anche solo per ammirare le vetrine) o fare una bella merenda nei negozi e nelle caffetterie storiche. I profumi sono tanti, i bagliori nelle vetrine pure…io, qui, ho mangiato il migliore trdlo di sempre! Chiamato “camino” perché viene richiuso in fondo e riempito di vari ingredienti. Io ho provato quello al gusto strudel: ricoperto di cannella e ripieno di cioccolato, mela, cannella e uvetta. Non farmici pensare!!

città vecchia di Praga
A proposito di vie: le più carine lungo le quali ho camminato nella Città Vecchia di Praga sono state Via Havelska, Via Narodni e Via Parizska, l’elegante via dello shopping praghese.

  • Cappella di Betlemme – Betlémská Kaple
    Questa chiesa, dall’aspetto molto particolare, ha subito parecchie trasformazioni nel corso del tempo. Fu costruita nel 1391 e, dieci anni dopo, il famoso teologo ceco Jan Hus insegnò per qualche anno, dando vita al movimento religioso degli hussiti. Alla sua morte, la chiesa divenne sala riunioni per gli hussiti stessi, poi chiesa gesuita, poi cattolica, e infine…venne smantellata. Quella che possiamo vedere oggi è una ricostruzione, risalente agli anni ’50, sulla base di alcuni disegni storici, e viene oggi usata dall’Università Ceca della Tecnica come sala cerimonie. Non aspettarti la solita chiesa, questa assomiglia molto a una sala riunioni…ma vecchio stile!

città vecchia di Praga

  • Chiesa di San Giacomo – Kostel sv. Jakuba
    Si trova in una delle stradine strette della città vecchia di Praga, e non te l’aspetteresti mai che potesse avere un interno così magnificente e raffinato! Edificata nel 1232, fu ricostruita nel XVIII secolo in stile baroccco, e si vede! L’interno è molto sontuoso e ricco di dettagli, ma la sua attrazione più famosa è lo spettacolare organo, risalente al 1705.
  • Statua di Freud
    Si trova in via Husova e si chiama l’appeso: è una delle tante opere un po’ surreali di David Cerny che si possono trovare in giro per Praga. A prima vista la statua non si vede perché si trova in alto…ricordati di guardare in su, quando passeggi su questa via! Non è ben chiaro cosa stia a significare la statua –ci sono varie opinioni in merito- ma di sicuro è molto curiosa e ti fa venire voglia di approfondire le motivazioni che stanno dietro all’estro di questo artista!

città vecchia di Praga

  • Torre delle Polveri – Prašná brána
    Questa torre, per me un grande esempio di architettura gotica, altro non è che una delle porte di accesso alla città vecchia di Praga. La sua importanza storica è dovuta al fatto che qui, un tempo, iniziava la Via dell’Incoronazione, cioè il percorso che i re della Boemia, nel giorno dell’incoronazione, dovevano percorrere fino ad arrivare al Castello. Una delle 13 porte originarie di Praga, la torre fu costruita nella seconda metà del ‘400, e un secolo dopo si iniziò ad utilizzarla come deposito di polvere da sparo (da qui il nome). Anche su questa torre, che oggi ospita una mostra sulle torri della città, è possibile salire per ammirare il panorama sui tetti della Città Vecchia di Praga.

città vecchia di Praga

  • Casa Municipale – Obecní dům
    Un tempo seminario e collegio militare, oggi la Casa Municipale è un elegantissimo palazzo, un vero e proprio gioiello in stile Art Noveau. Qui ebbe luogo uno degli avvenimenti più importanti del Paese: nel 1918, è qui che la Boemia venne proclamata indipendente dall’Impero Austro-ungarico, dando luogo allo stato cecoslovacco. Oggi, il raffinato edificio liberty, ricco di dettagli e decori e dove è anche possibile ammirare qualche opera di Alfons Mucha, è sede di tantissimi eventi: dai concerti ai congressi, dalle mostre ai ricevimenti più sfarzosi, fino alle sfilate di moda; la Sala Smetana è stata trasformata in un grande auditorium. Qui si trovano anche alcune caffetterie e il ristorante francese Art Noveau, che pare sia una dei più belli del mondo.
    La casa si trova in náměstí Republiky, una grande ed elegante piazza da cui si apre, in un proseguimento naturale, il quartiere della Città Nuova.

città vecchia di Praga


Un post lunghissimo, lo so, ma non è colpa mia se la Città Vecchia di Praga racchiude così tante bellezze! Spero che questo articolo possa esserti utile durantela tua prossima visita nella capitale ceca 🙂


INFO UTILI

Come arrivare: Metro: Staroměstská, linea A; Můstek, linee A e B.

Municipio, Torre e Orologio Astronomico: il Municipio è aperto tutti i giorni, dalle 09.00 (il lunedì dalle 11.00) alle 18.00 (fino alle 17.00 da novembre a marzo). La torre è aperta fino alle 22.00. L’ingresso al municipio –cappella, sotterranei e sale storiche- ammonta a 100/70 CZK intero/ridotto, mentre quello per la torre ammonta a 130-80 CZK intero/ridotto; esiste anche un biglietto combinato per municipio e torre, a 180 CZK. L’animazione dell’Orologio avviene allo scoccare di ogni ora, ogni giorno dalle 09.00 alle 23.00. il Centro Informazioni Turistiche all’interno del Municipio, infine, è aperto tutti i giorni dalle 09.00 alle 18.00.
Purtroppo (per chi visita la città), municipio, torre e orologio saranno in ristrutturazione da aprile 2017 a giugno 2018 (a fasi alterne). Puoi trovare maggiori info a riguardo qui.

Palazzo Kinský (Galleria Nazionale di Praga): aperto tutti i giorni tranne il lunedì, dalle 10.00 alle 18.00. il biglietto cumulativo per visitare tutte le sedi della Galleria è valido 7 giorni e ha un costo di 300/150 CZK intero/ridotto. Fino a 18 anni e se studenti fino a 26 anni, si entra gratis.

Klementinum: il palazzo può essere visitato solo tramite visita guidata, ogni giorno a partire dalle 10.00 (i tour si svolgono ogni mezz’ora). Il prezzo ammonta a 220/140 CZK intero/ridotto (i bambini fino a 7 anni entrano gratis).

Torre delle Polveri: la torre è aperta tutti i giorni, dalle 10.00 alle 22.00 (da aprile a settembre), alle 20.00 (marzo e ottobre) o alle 18.00 (novembre-febbraio). Il costo del biglietto ammonta a 90/65 CZK intero/ridotto.

Casa Municipale: è possibile visitare il palazzo tramite tour guidati. Il palazzo è aperto ogni giorno dalle 10.00 alle 20.00, e il prezzo del biglietto ammonta a 290/240 CZK intero/ridotto.

Dove mangiare: in náměstí Republiky, ormai già in Città Nuova, abbiamo mangiato ottimi piatti tipici praghesi e boemi al Kolkovna Celnice, un ristorante ampio e ben arredato. I prezzi sono ottimi, come in tutta Praga, e siamo stati lì insieme ad amici di amici praghesi…quindi ci possiamo fidare!

città vecchia di Praga
Il trdlo di cui ti parlavo prima l’ho assaggiato da Good Food, un posticino piccolo piccolo all’inizio di via Karlova venendo da Ponte Carlo (civico n° 8). Il posto ha solo un paio di tavolini minuscoli ed è sempre affollato…ma per me ne è valsa la pena!
Infine, abbiamo provato l’Absintherie, un localino davvero bello, dalle luci verdi e soffuse, un pianista e una bella atmosfera. I cocktail sono a base di assenzio, e detto così a me faceva preoccupare, invece…che buoni! Si trova in via Jilská 7.

città vecchia di Praga


Tu sei mai stato nella Città Vecchia di Praga? Qual è la sua attrazione che ti è piaciuta di più? Cos’altro ti sentiresti di segnalare? Raccontamelo nei commenti! 🙂