Ecco il riassunto del mio mese di settembre, qualche proposito per ottobre, riflessioni sparse e il nuovo tema per #wetravelweshare ottobre!

ottobre

Finisce settembre, inizia ottobre. Dopo tutte le novità del mese scorso (#exploreading in primis), questo mese non avrò molto da dirti…ma andiamo per gradi!

BACK – Settembre

Cosa ho fatto a settembre?

Ho diviso settembre in due tipi di giornate, in modo molto netto: quelle col sole e quelle con la pioggia.

Le giornate col sole le ho trascorse fuori, a fare giri con la nostra nuova, bellissima bicicletta, a mettere i piedi nell’acqua fredda del Mare di Tasmania, a fotografare cassette delle lettere e i primi fiori che sbocciano sugli alberi, a fare passeggiate lungomare e a bere Chai Latte giganti al bar.

ottobre

ottobre

Quelle di pioggia? Eh, ce ne sono state parecchie…settembre qui è un po’ come marzo da noi: un momento di transizione dall’inverno alla primavera, dove il clima e il tempo proprio non sanno decidersi. Per cui può essere che adesso ci sia il sole e che tra 1.3 minuti venga giù il mondo. In questi casi: colazioni a letto, ore e ore in biblioteca a sfogliare decine di libri, (molte più) ore e ore di fronte al computer a lavorare tra traduzioni, articoli e blog, qualche sveglia a orari impossibili per guardare la mia Inter giocare. Una vita molto normale, insomma!!

ottobre

Ogni tanto ci sta, no? 🙂

ottobre

Sabati sera d’ordinanza

Per il resto, con il lavoro le cose stanno andando bene e tutto scorre tranquillo. Credo anche di aver trovato il modo per andare molto più d’accordo con Aurora, il che è davvero un bene visto che passo con lei molto tempo.

ottobre
Ah, poi abbiamo iniziato ad uscire con dei ragazzi che abitano qui a Nelson. Perlopiù ragazze alla pari e perlopiù…tedesche! I tedeschi hanno davvero una marcia in più quando si parla di fare esperienze all’estero da giovani, lasciamelo dire.

Viaggi? Non molti, purtroppo. Però abbiamo trascorso una bellissima giornata alla scoperta della Moutere Valley, non lontano da qui. In questa zona si trova anche il Moutere Inn, il pub più antico della Nuova Zelanda!! Che risale al 1850 (a noi fa ridere, ma d’altra parte questo è il Paese più giovane di tutta la terra). E quello stesso giorno, tornando indietro dalla Ruby Coast, abbiamo anche intravisto una macchia scura nell’acqua del mare. Abbiamo lasciato la macchina sul ciglio della strada e siamo corsi giù in spiaggia per vedere meglio: erano due bellissime, enormi foche che se la spassavano a 20 metri dalla riva!! Non ti dico la bellezza di quel momento, una cosa meravigliosa.

ottobre

Garlic pizza bread ok…ma quelle a sinistra sono le wedges più buone che io abbia mai mangiato in vita mia!! *_*

E poi un altro giorno l’abbiamo trascorso al Nelson Lakes National Park, un luogo di estrema bellezza. Tra laghi, montagne, trekking e paesaggi meravigliosi. Te ne parlo presto!

ottobre

Ah, e infine…alla fine l’ho fatto. Ho assaggiato la Marmite. Che se ci penso ora credo che starò male tutto il giorno dallo spavento che questa cosa chiamata cibo mi fa al solo pensiero. Ma ho molte cose da dire sulla Marmite, le dedico un post a breve! Ho già i brividi.

Il mio post preferito…di I’ll B right back

Questo mese sono tornata al mio solito regime, con due post a settimana. Sono legata a molti articoli che ho scritto, perché ad esempio ho adorato Lubiana e mi è piaciuto parlarti del lavoro di au pair…ma quello che mi sono divertita (e anche un po’ emozionata) di più a scrivere è quello che parla di musica in viaggio.

Una connessione tra viaggio, ricordi, melodie che ci rimangono nel cuore, piccoli film che ci compaiono davanti agli occhi all’improvviso ascoltando anche solo le prime note di una canzone particolare. Dalla ballata brasiliana che mi riporta in Sardegna agli Oasis che mi ricordano la London Eye, fino a quelle canzoni tristi o allegre che ascolto sempre, perché ormai sono mie. Vai a dare un’occhiata, se vuoi, e parlami anche tu di quelle canzoni che ti riportano indietro a un viaggio particolare…io sono molto curiosa, e chissà, magari mi suggerisci una canzone fighissima!!

ottobre

Il mio post preferito…degli altri

Tra i tanti post che ho letto questo mese ce ne sono molti di belli e interessanti, ma non posso far altro che tornare indietro, ai primissimi giorni di settembre, quando ho letto Sydney under the rain. A love story del dolcissimo blog di Ilenia, Blueberry Stories.

Questo articolo non solo parla dell’innamoramento che si può provare nei confronti di una città che visitiamo e che viviamo; un innamoramento che non viene scalfito dalla pioggia, dal traffico, da qualsiasi situazione avversa, perché è incondizionato. Ma la cosa più bella è che questo innamoramento Ilenia lo racconta di quella stessa città di cui mi sono innamorata io: Sydney. Leggendolo ho pensato che avrei potuto scriverlo io, o forse no, perché lei l’ha scritto veramente bene, ma proprio veramente. Prova a leggerlo, prova a immergerti anche solo con la fantasia in quella città strepitosa, e prova a tornare con la mente alla tua città del cuore. Secondo me, un pochino ti emozionerai. 

ottobre

© Blueberries Stories

La mia migliore foto su Instagram

Ecco la foto che ha riscosso più successo sul mio account Instagram questo mese:

Siamo qui in Nuova Zelanda, e questa foto ritrae le verdissime e dolcissime colline dell’Atawere Valley, al nostro ritorno dal weekend ad Hanmer Springs. So che né con le fotografie né con le parole riuscirò ad esprimere l’emozione e la pura Bellezza di guidare su una strada nera che taglia in due un mare immenso e infinito di colline così tonde, così perfette. Che ti fermeresti ogni secondo e ti ci vorresti tuffare dentro!

FORTH – Ottobre

Che programmi ho per ottobre?

Beh allora, innanzitutto: sopravvivere. La prima settimana di ottobre Aurora sarà in vacanza, e vacanze scolastiche significano stare con una bambina di 7 anni molto vivace per 10 ore al giorno, e questa credimi che è una cosa che non si augura a nessuno.

ottobre

La peste

Dopo che sarò sopravvissuta (perché ce la farò dai!!), conto di…mmm…fare le stesse cose che facevo a settembre! Una vita tranquilla tra lavoro, relax e piccole gite. Ancora nessun viaggio all’orizzonte (anche se forse c’è un bellissimo weekend lungo in programma per novembre! Incrocio le dita).

Insomma, come vedi ho una vita molto interessante -.-‘’

I miei propositi per il mese

  • Visitare il centre of New Zealand (che era un mio proposito per il mese scorso, ma che non sono riuscita a esaudire)
  • Leggere di più, che negli ultimi tempi mi sono un po’ arenata (poi su #exploreading ti parlerò di quello che sto leggendo!)
  • Andare più spesso in giro con la bici, perché qua non è affatto male.

ottobre

#wetravelweshare: l’argomento di ottobre

Come ormai faccio a ogni occasione, ringrazio tutti i gentilissimi blogger che hanno partecipato nelle due precedenti edizioni (ma come diavolo parlo), e invito anche a te a farlo o a ripeterlo! Aspetto tutte le foto con gioia 🙂

L’argomento del mese di ottobre è:

lo scatto più bello del posto più brutto.

Te lo spiego [momento Super Quark]:

credo che, nella vita, una delle cose fondamentali da fare per avere successo (o anche solo per stare a galla) sia trovare il lato positivo in ogni cosa brutta o bruttina che ci accade. Lo so che sembra una frase fatta, ma davvero, provaci: nel momento in cui inizierai a farci caso, ti renderai conto di quante cose piccole ma belle e preziose ci perdiamo, troppo presi a lamentarci di quelle brutte che abbiamo davanti. È difficile per noi esseri umani che siamo naturalmente portati alla lamentela continua, ed è ancora più difficile per me che sono un’incontentabile cronica, ma ci sto provando e, seriamente, essere positivi paga sempre.

Come applichiamo questa bella filosofia spicciola ai viaggi? Beh, tutti noi siamo rimasti delusi da almeno una destinazione, nella nostra vita. Una città, una spiaggia, un paesaggio naturale, un paesino, un museo, quel posto speciale che tutti ci dicevano ci avrebbe fatto impazzire e poi invece: meh. Ecco, ti invito a ricercare le fotografie di quel posto che hai salutato con l’amaro in bocca, e a scegliere quella migliore che hai scattato: ti accorgerai che, alla fine, non è stato tutto tutto poi così brutto e deludente.

E poi, insieme alla foto, in 150 parole massimo mi dici: che posto è? Che aspettative avevi? Perché non ti è piaciuto? E perché la foto che hai scelto invece ti piace? Cosa puoi salvare da questa piccola delusione in viaggio?

Non vedo l’ora di vedere le foto e leggere le storie che vi stanno dietro! Ti ricordo che puoi mandare il tutto entro il 30 ottobre a illbrightback@gmail.com. E ti invito a riguardare il #wetravelweshare di settembre: troverai non solo una bella galleria di foto, ma anche le regole per partecipare 🙂


Tu cosa mi racconti del mese appena trascorso? E che progetti hai per ottobre? Hai qualche domanda da farmi sulla mia vita in Nuova Zelanda? Cosa ne pensi del nuovo tema di #wetravelweshare? Raccontamelo nei commenti!! 🙂