Siamo all’inizio di novembre: ecco ottobre in pillole, qualche programma, qualche buon proposito e, ovviamente, il nuovo tema #wetravelweshare di novembre!!

novembre

L’anno sta per finire: in Italia si entra nel bel mezzo del clima autunnale, qui invece si corre veloce verso l’estate…ma andiamo per gradi!

BACK – Ottobre

Cosa ho fatto a ottobre?

Questo post è sempre interessante da scrivere, perché mi permette di guardare indietro al mese appena trascorso in modo più sistematico e razionale, con l’obiettivo di ricordare cose che valgono la pena di essere ricordate. Se ripenso al mio ottobre, vedo un mese lungo, lunghissimo, infinito. La festa di compleanno di Aurora, al piccolo zoo della città, è stato il 1° ottobre e mi sembra davvero passata una vita da quel pomeriggio tra bambini, cibo che mai nessun italiano avrebbe presentato a un buffet di compleanno, e un cielo a metà tra sole e pioggerellina inutile. Insomma, un mese infinito. Che adesso ti riassumo punto per punto, altrimenti faccio solo una gran confusione.

  • Prima di iniziare: lo so che sei curioso di sapere cosa c’era al buffet di compleanno. Bibite? No, solo acqua naturale e una bottiglia di succo di mela. Pizzette, panini e pasticcini? Naturalmente no, giammai! Però via libera a cozze (qua le vendono in contenitori di plastica già pronte da mangiare); salsicce cotte la sera prima, tagliate a pezzettini e mangiate fredde; garlic bread che è tutto aglio e poco pane, mangiato anche quello freddo; un tagliere di formaggi accompagnati da cracker che poi si sono rivelati un incrocio (venuto molto male) tra cracker e biscotti con i cranberries; pomodorini da mangiare così, interi, tipo finger food. Ecco, poi c’erano anche cose più normali tipo verdura cruda e frutta…ma le cose tipiche dei compleanni per i nostri bambini italiani…no, scordiamocele.

    novembre

    In compenso la torta rosa shocking con la faccia di Darth Vader è un tocco di classe

  • Dopo il compleanno c’è stata la famosa settimana di vacanza scolastica (te ne avevo accennato nel Back&Forth del mese scorso) che, devo ammettere, è stata un vero spasso: tra pattinaggio (tutti i giorni! Che fissazione), parco giochi e playdate, Aurora si è intrattenuta benissimo da sola per ore, e poi comunque non litighiamo più e quindi le giornate passano in modo molto più leggero. Ok, se penso alle 7 settimane di vacanza che ci saranno da dicembre a febbraio mi sento male, ma so che dopo quelle inizierà il nostro viaggio per la Nuova Zelanda, quindi le aspetto con ansia! 🙂
    novembre

    Aurora e la ginnastica

    novembre

    Aurora e l’aquilone

  • Le ore trascorse in giro per Nelson non mancano mai: non potrei rinunciare a una colazione ipercalorica ogni tanto, a un chai latte fatto come si deve, a una passeggiata per i negozi che ormai conosco a memoria o, molto meglio, lungo il fiume, in un paesaggio che è tutto verde: verde l’erba dei prati, verdi gli alberi, verdi i riflessi del fiume Maitai. E anche le passeggiate ai Queens Gardens o al Miyazu Garden no, non mi dispiacciono per niente.
    novembre

    Una colazione…

    novembre

    Una merenda… (con dinosauri annessi)

    novembre

    Toh guarda, un’altra colazione!

    novembre

    Maitai Riverwalk

    novembre

    Queens Gardens

    novembre

    Miyazu Garden

  • Ho iniziato la guida di Kayla Itsines, un allenamento durissimo da seguire praticamente tutti i giorni, e come risultato non sto più in piedi. Ma ci vuole, ogni tanto!
  • Qualche ora è volata tra traduzioni, piccole-ma-interessanti collaborazioni, serate di babysitting o al cinema e, ovviamente, relax nella mia amata biblioteca.

    novembre

    …e anche con cenette simpatiche a casa! Quelle gialle sono whitebait fritters 🙂

  • Un sabato pomeriggio l’ho trascorso a un’asta! E mica un’asta qualsiasi: quella per una casa storica qui a Nelson, costruita oltre 100 anni fa (per essere in NZ è tanto!), dove un tempo sorgeva quella del capitano Wakefield, fondatore di Nelson. L’asta è stata battuta da Bruce, il mio host dad – agente immobiliare-, e io mi sono divertita davvero un sacco!
    novembre
  • Ci sono state anche delle belle serate tra amici. La più bella è stata la pot-luck dinner (una cena in cui ognuno porta qualcosa da mangiare) con amici da Germania, Italia, Messico, Giappone e Belgio, qui a casa nostra. Tanti piatti tipici da provare e, soprattutto, tante risate!!

    novembre

    Si intravedono la Kartoffelsalat tedesca e il ceviche messicano…tutto il resto (tagliatelle ai funghi italiane comprese) ce l’eravamo già sbafato 🙂

  • Il 21 ottobre abbiamo a Nelson sono stati celebrati la parata e il carnevale dei bambini, con giochi, musica dal vivo e una quantità infinita di street food. Non una festa gigantesca, ma ci siamo comunque goduti una bellissima atmosfera festosa.
    novembre
  • Cibo, cibo, cibo: un pic-nic sui prati con gnocchi e polpette cucinate da sapienti mani italiane, un cena speciale con i nostri host parents per trattarci un po’ bene (e per avere la prova che anche qua si può mangiare divinamente!), una cena altrettanto speciale in un ristorante speciale, per un compleanno speciale (quello di Walter), dove ci siamo ritrovati a un tavolo insieme a simpaticissimi e arzilli neozelandesi sulla sessantina, e dove ci siamo divertiti tantissimo. Sì insomma, l’hai capito: i momenti speciali sono sempre legati al CIBO.
    novembre
    novembre
  • Finalmente, dopo quasi 4 mesi, una mattina della settimana scorsa siamo andati al centre of New Zealand. È nient’altro che una collinetta che domina tutta Nelson e la sua baia, e sulla cui sommità è stato costruito un monumento che segna l’esatto centro fisico e geografico della Nuova Zelanda. Un posto molto bello da visitare, non solo per l’importanza simbolica, ma anche per il panorama meraviglioso!
    novembre
  • Abbiamo anche fatto una piccola gita ad Isel Park, un bellissimo parco storico nei pressi di Stoke che offre scenari davvero incantevoli, tra il fiume, i prati, gli alberi secolari, i fiori e la Isel House che sembra uscire direttamente da un libro di fiabe.
    novembre

Insomma, ti ho raccontato di un sacco di cose, ma niente di particolarmente stravagante o incredibile. Ma hey, sono in Nuova Zelanda! Anche le cose più semplici diventano divertenti e curiose, quando si è dall’altra parte del mondo 🙂

Il mio post preferito…di I’ll B right back

In questo mese ho viaggiato tanto sul mio blog: da Milano a Singapore, da Trieste a Cortona, dalla Nuova Zelanda alla Repubblica Ceca…ma i viaggi sono belli anche quando è solo la mente a viaggiare, soprattutto se lo fa sulla scia di un bellissimo libro. È per questo che ti invito a leggere, se non l’hai già fatto, il mio post su #exploreading, ovvero i libri per viaggiare con la mente. Magari trovi qualche bello spunto! Ah, e ovviamente, se ti piace leggere e viaggiare…cosa aspetti a iscriverti all’omonimo gruppo facebook? 🙂

novembre

Il mio post preferito…degli altri

Quando Sara, a settembre, è partita per il Marocco, mi sembra davvero di aver viaggiato con lei. Di aver sostenuto io stessa le paure e i dubbi che condivideva con noi su WhatsApp, ma anche l’adrenalina e l’entusiasmo che trasparivano da ogni suo messaggio. Ho letto i suoi post prima della partenza, ho ammirato con aria sognante le sue fotografie postate in diretta sui social, una più bella, autentica e ispirazionale dell’altra. Poi, alla fine, ho letto sul suo blog (Sara L’esploratrice) le riflessioni racchiuse nel diario di viaggio del suo Marocco, e mi sono letteralmente emozionata. Se cerchi un post emozionale, coinvolgente e scritto in modo che ogni parola ti tocchi le corde dell’anima…allora leggi il suo post!!

novembre

© Sara L’esploratrice

La mia migliore foto su Instagram

Questa foto è quella che ha ricevuto più like non solo in ottobre, ma anche in tutta la storia del mio account Instagram. Ne sono molto contenta, perché l’ho scattata in un luogo particolare e molto emozionante:

Questa parete che sembra volerti raccontare milioni di storie si trova al Buddha Tooth Relic Temple, nel quartiere Chinatown di Singapore. Un tripudio di rosso e oro, un’aura mistica e reverenziale, un tempio meraviglioso costruito solo nel 2007, ma carico di una storia che dura da migliaia di anni e che si concentra nella reliquia preziosa (un dente di Buddha) da cui il tempio prende il nome.

FORTH – Novembre

Che programmi ho per novembre?

Finalmente si inizia a ragionare: a metà novembre faremo 5 giorni di vacanza! E, aspetta, in realtà dovrò accudire Aurora il sabato sera, ma si fa questo e altro per avere 5 giorni insieme alla famiglia e tutto completamente gratis 🙂 Partiremo in occasione della mezza maratona di Queenstown (alla quale la mia host mum parteciperà), e avremo modo di vedere cose bellissime lungo il tragitto –anche perché ci sono una cosa come oltre 800 km da qui a lì-. Io sinceramente non vedo l’ora!!! 🙂

Poi, domani facciamo una bella gita in bici, organizzata da un’agenzia qua vicina, di cui spero di parlarti a breve! Per il resto, nessun piano particolare, se non continuare ad impegnarmi con il lavoro e con gli allenamenti…e magari, chi lo sa, iniziare a pianificare il nostro viaggio. Dici che è un po’ presto, con tre mesi di anticipo? Ma no…

novembre

Godermi la primavera è sempre un must!

I miei propositi per il mese

  • Visitare la fabbrica del burro di arachidi che ci mangiamo ogni giorno, a chilometro 0 (ok, forse a chilometro 15), perché sono troppo curiosa di vedere come viene prodotto!
  • Visitare i musei di Nelson: ce ne sono almeno 4, e dopo quattro mesi qua mi sembra anche arrivato il momento di visitarli, senza più scuse!
  • Fare il bagno nelle acque di Tasman Bay.

    novembre

    Sì, esattamente qui

#wetravelweshare: l’argomento di novembre

Come al solito, colgo quest’occasione per ringraziare tutti i blogger e i viaggiatori che hanno partecipato il mese scorso (nonostante il tema ostico!). Se non hai mai partecipato ti invito a farlo, se invece l’hai già fatto, ti invito a ripeterlo! Io aspetto ogni singola foto con gioia e curiosità 🙂

L’argomento del mese di novembre è:

sfumature d’autunno nel mondo.

Dai, questa volta è facile. E sono convinta che anche tu ce l’hai una bella foto che, semplicemente, parla di autunno! Pensa a tutto ciò che significa questa stagione: foglie che cadono e che formano tappeti colorati sui viali, alberi carichi di colori brillanti, una luce pazzesca che inonda ogni cosa, tazze di tè caldo bevute di fianco al camino di un locale particolare, decorazioni autunnali tra zucche e candele…tutto quello che ti ispira autunno, raccontamelo! L’importante è che la foto sia scattata in viaggio, durante una gita, o anche solo nella tua città. Per capirci: non inviarmi la foto di te sul divano con copertina e tazza di tè, ecco, perché qui pur sempre di viaggi si parla 🙂

Sono aperta, come sempre, a qualsiasi interpretazione tu voglia dare al tema, e non dimenticare di descrivere la foto con max 150 parole: parlami e parlaci di dove sei nella foto, del perché sei lì, di che cosa t’ispira, di un aneddoto, di una riflessione…io sono già iper curiosa!! 🙂

Non vedo l’ora di vedere le foto e leggere le storie che vi stanno dietro! Ti ricordo che puoi mandare il tutto entro il 27 novembreillbrightback@gmail.com. E ti invito a riguardare il #wetravelweshare di ottobre: troverai non solo una bella galleria di foto, ma anche le regole per partecipare 🙂


Tu che cosa hai fatto di bello a ottobre? Hai qualche progetto speciale per novembre? Anche tu vorresti un buffet di compleanno come quello, vero? E cosa mi dici del tema #wetravelweshare di novembre? Raccontamelo nei commenti! 🙂