Siamo ormai giunti alla settimana 6 di #B_inNewZealand, il mio viaggio per la Nuova Zelanda: tappe, preferiti, un mucchio di foto e qualche aneddoto divertente!

settimana 6

#B_inNewZealand – Settimana 6: le tappe

Ripartiamo dalla scorsa settimana e continuiamo a muoverci verso sud, con qualche incursione al centro dell’isola. I nostri giri sono sempre più o meno in movimenti circolari, in senso antiorario. Per ora, questa ci sembra la soluzione migliore per visitare l’isola in modo organico senza perdere niente d’importante!

Chilometri percorsi: 456

Lunedì 20 – Lake Tekapo

settimana 6

Lunedì: ci svegliamo così

Eravamo già stati a Lake Tekapo a novembre e mi aveva colpito tantissimo. Il merito era stato dei lupus, dei meravigliosi fiori dritti e lunghi, che spaziano dal bianco al lilla, e che si stagliano perfetto sullo sfondo delle acque cristalline del lago. Ora, ad autunno, i lupus non ci sono più e Lake Tekapo ha perso un po’ della sua magia. Ma questo non vuol dire che sia un brutto posto, intendiamoci!

settimana 6

settimana 6

Camminate sulla spiaggia (in realtà, un ammasso di sassi più o meno grandi), camminate sui prati dove corrono furtive decine di lepri, poi una visita alla minuscola Church of the Good Sheperd, l’icona della zona. Ci sono centinaia di asiatici che si prendono tutta la scena, fare foto accettabili è impossibile! Allora continuiamo a guidare e camminare lungo le sponde più selvagge del lago, ammirando panorami impossibili. Come ultima tappa, saliamo sul Mt John, dove si trova l’osservatorio astronomico e dalla cui sommità si ha un panorama eccezionale sul lago, che è di un blu…cioè, davvero blu!!

settimana 6

settimana 6

Torniamo a dormire di fianco a Lake Pukaki. Ci prendiamo il cucuzzolo di una collinetta con vista lago: siamo soli, il tempo è bello, il tramonto pure, la cenetta con vista anche…e dormire qui è davvero un sogno!!

Martedì 21 – da Twizel a Omarama, featuring The lord of the Rings

settimana 6

Martedì: ci svegliamo così

Da menzionare è la colazione, di tutto rispetto: sashimi di salmone alpino sulle rive del lago. E sto!! 🙂

settimana 6

Aspettavo da giorni questa mattina: 2 ore (che poi sono state 3, alla fine) in compagnia di Down, un’appassionata guida, e altri fan de Il Signore degli Anelli; si va alla scoperta dei meravigliosi campi del Pelennor! Non vedevo l’ora di immergermi nelle atmosfere della trilogia, e il tour è stato davvero interessante: abbiamo scoperto molte cose sulla produzione dei film e sulle varie location, ci siamo travestiti da personaggi e abbiamo inscenato la mitica Battaglia…ho preso appunti per te e te lo racconto presto…se sei un appassionato dell’anello come me, scommetto che non vedi l’ora di scoprire qualche curiosità! 🙂

settimana 6

Faccio la persona seria, io.

settimana 6

Pranzo in un localino di Twizel e poi il pomeriggio l’abbiamo trascorso poco più a sud, tra tre bellissimi laghi: Lake Ruataniwha, Lake Ohau e Lake Middleton.

settimana 6

Lake Ruataniwha

settimana 6

Lake Ohau

settimana 6

Lake Middleton

In serata ci fermiamo (anzi, facciamo una deviazione su una strada che sterrata è dire poco) a Clay Cliffs, una sorta di piccola catena montuosa che spunta dalla pianura e che, essendo di argilla, ha assunto la forma di piccole piramidi erose dagli agenti atmosferici.

settimana 6

Tra il sole che calava, la solitudine, il silenzio e quelle formazioni rocciose, mi è sembrato di essere su un altro pianeta!

Mercoledì 22 – la Waitaki Valley

A Omarama non c’è praticamente niente, però ci piace trascorrere qualche momento dentro a un negozio/museo di quelli che piacciono a me: pieni di cianfrusaglie impossibili!!

settimana 6

settimana 6

Mi sembrava giusto che anche tu ne rimanessi inquietato.

La giornata è dedicata alla Waitaki Valley, che si allunga da qui fino al mare, verso est. Il tempo non è bello e i posti di oggi non sono i migliori della settimana, ma non ci lamentiamo! Cose a caso di questa giornata: i panorami dalle dighe del fiume Waitaki (Benmore Dam e Aviemore Dam); il piccolo e affascinante museo di Kurow; i dipinti maori sulle rocce; Elephant Rocks con le sue pietre che spuntano dal terreno; un’antica officina da fabbro nel minuscolo villaggio di Duntroon, con le chiavi inglesi arrugginite dal tempo. Purtroppo lunedì mi è iniziato un dolore al ginocchio sinistro, e oggi è particolarmente insopportabile. Ci voleva, no? 🙂

settimana 6

Elephant Rocks

settimana 6

Dettagli al museo di Kurow

settimana 6

Io e OJ

settimana 6

In serata arriviamo a Oamaru, la città più grande della Waitaki Valley e un posto che aspettavo da molto! La città è piccola ma piena di personalità, di edifici vittoriani, di giardini curati e di persone gentili: il benzinaio mi regala la mappa della città, una signora nel parcheggio del supermercato ci indica posti dove mangiare, la signora del punto informazioni ci dà più informazioni di quante ne potessimo ricordare. Io vi adoro, abitanti di Oamaru! E, come ciliegina sulla torta, andiamo alla spiaggia dove si trova la colonia dei pinguini dagli occhi gialli (yellow-eyed penguins), la specie di pinguini più in pericolo al mondo. Ci avevano detto che saremmo stati fortunati a vederne 1 o 2, e invece…laggiù in fondo sono almeno una decina! A occhio nudo sono minuscoli e nell’obbiettivo della macchina fotografica non compaiono nemmeno, ma…io sono tanto contenta!!

Ce ne andiamo a dormire in un posto chiamato simpaticamente Kakanui, con uno stagno strapieno di papere che fanno un casino bestiale per tutta la notte. Che bello 🙂

Giovedì 23 – Oamaru

settimana 6

Giovedì: ci svegliamo così

La giornata di oggi è dedicata a Oamaru e camminiamo tanto, in barba al mio ginocchio malefico. Il giardino botanico, il museo e la galleria d’arte, le chiese gotiche, il Victorian Precinct con tutti i suoi edifici vittoriani. Mi piace da impazzire questo quartiere, con questi edifici adibiti a negozietti strani, gallerie d’arte che è tutto tranne che arte, e poi i vecchietti che mangiano il gelato, i fiori e i dipinti alle porte, le capriate di legno ai soffitti, la stazione radiofonica con le radio vecchie alle pareti, le signore che filano la lana e la commessa che, appena entro nel suo negozio, mi saluta dicendomi: “Ciao! Arrivederci e grazie!”. Io la guardo con aria interrogativa e lei mi fa: “Scusa, sono troppo ubriaca”. Vaaa bene, mi sa che ho capito male!

Ti lascio qualche foto a caso di Oamaru:

settimana 6

settimana 6

settimana 6

settimana 6

settimana 6

settimana 6

settimana 6

settimana 6

settimana 6
Andiamo a dormire vicino a Moeraki, proseguendo sulla costa verso sud: sulla spiaggia ci sono le Moeraki Boulders, grossi massi dalla forma perfettamente sferica che si sono in qualche modo arenati sulla sabbia, sul bordo dell’acqua.

settimana 6

settimana 6

La mattina dopo

La luce non è il massimo ed è pieno di asiatici che si fanno le foto più assurde dando spettacolo, ma il posto è magico! E questi sassi sono ganzissimi, alcuni sembra siano caduti dal cielo spaccandosi in mille pezzi. Che figata 🙂

Venerdì 24 – da Moeraki a Dunedin

settimana 6

Venerdì: ci svegliamo così

È una figata rendersi conto che si sta dormendo a dieci metri dall’oceano, e svegliarsi con il rumore delle onde. Quanto spesso capita una consapevolezza del genere? So di essere fortunata 🙂 Il fatto è che OJ deve essersi risentito per qualcosa, perché stamattina non si accende: la batteria si è scaricata e non sappiamo perché. In più ci siamo svegliati super presto: tutti gli altri camperisti dormono, e non sappiamo da chi farci aiutare. Morale della favola? Stiamo più di un’ora a spingere il van in su e giù su una antipatica cunetta, io col ginocchio in fiamme, facendo una fatica immane…per nulla. Evviva! La prendiamo a ridere e siamo contenti, e alla fine arrivano due donne svizzere con il loro camper gigante a regalarci un pochino di energia, e la batteria riparte. Va bene, OJ: vuoi più affetto? Te lo daremo!

Oggi le tappe principali sono Katiki Point e Shag Point: bellissimi promontori che si buttano nell’oceano e che fanno da casa a colonie di foche e pinguini, sempre quelli dagli occhi gialli. Purtroppo riusciamo a vedere un solo pinguino, lì su una roccia a guardarsi intorno per minuti interi (ma che starà pensando?? Misteri). In compenso, di foche ce ne sono tantissime! Soprattutto a Shag Point, sotto al sole, ce ne sono almeno 50 o 60, lì spalmate sugli scogli a grattarsi il sedere, oppure a nuotare nell’acqua tutte belle tranquille. Io le amo! Sono buffe e goffe, ma estremamente aggraziate appena entrano in acqua…io le amo, l’ho già detto?

settimana 6

settimana 6

Nel tardo pomeriggio arriviamo a Dunedin, un’altra città che mi ispira fiducia. Facciamo in tempo a fare un salto a Baldwin Street, che detiene il record di strada più ripida del mondo. Anche io mi guadagno un altro record: la prima rincoglionita che sale tutta la strada più ripida del mondo zoppicando perché ha un ginocchio infiammato. Mi merito un premio?? 🙂 Comunque dai, è stata una cosa simpatica!

settimana 6

settimana 6

Facciamo un giro a St Clair Beach e poi andiamo a cena al Dog with Two Tales, un localino davvero nel mio stile. Si mangia anche bene, ma poi arrivano dei signori di una certa età che iniziano a declamare poesie e cantare cose molto strane. Siamo a metà tra l’inorridito e l’ammirato!! 🙂

Sabato 25 e domenica 26 – Dunedin

settimana 6

Sabato e domenica: ci svegliamo così

Ci godiamo la calma di una Dunedin nel weekend e sotto la pioggia. Piove per tutti e due i giorni, quasi senza sosta. I punti salienti del weekend sono: giri in macchina per vedere che cosa ci aspetta, giri a piedi per il centro da una tettoia all’altra (a noi comprare l’ombrello fa schifo), visita al Toitu Museum che ci richiede una mattinata intera e che credo sia uno dei musei più ben fatti e interessanti che io abbia mai visto.

settimana 6

settimana 6

settimana 6

Poi: visita all’Otago Museum che anche lui si difende bene, ore di idromassaggio bollente in piscina e poi una doccia sacrosanta che mancava da ** giorni (non lo dico, mi vergogno), lavatrice da 18 kg (18…dico, 18) per lavare tutto lo schifo che avevamo nel van, colazioni e merende in posti molto carini, serate al Pub di fianco a cui dormiamo.

settimana 6

settimana 6

settimana 6

settimana 6

Sì, so che ti sarebbe interessato vedere le lavatrici. È molto interessante.

Dunedin ci piace!!

#B_inNewZealand – settimana 6: impressioni e curiosità

  • Qualcuno mi ha fatto notare che parlo spesso di cose negative e che sembra che mi lamenti troppo e che questo viaggio non me lo stia godendo: oh no! Spero tanto di non dare questa impressione. È solo che sto cercando di essere sincera e di parlare del bello e del brutto sia della Nuova Zelanda sia della vita in un van. Mi sembrava più giusto così! Ma il viaggio me lo sto godendo al 100% -ho solo qualche preoccupazione ogni tanto, ma è normale, no?-; so di essere molto fortunata e sfrutto l’occasione!!

settimana 6

  • Ok, l’ho già detto ma lo voglio ribadire: quanto è bello svegliarsi un giorno di fianco all’oceano, un giorno dentro a un bosco e un altro giorno di fianco a un circo con gli acrobati? So che sembra una cavolata, ma per me la possibilità di svegliarsi ogni mattina in un posto diverso è una potente espressione di libertà, di indipendenza, di assenza di vincoli! Non sarà (e non voglio che sia) così per tutta la vita…ma è troppo bello!! 🙂

#B_inNewZealand – Settimana 6: i preferiti

Le foche e i pinguini sono sempre motivo di gioia e rendono le mie settimane di viaggio una scoperta e una meraviglia continua. Nonostante io non sia la più grande appassionata di animali del mondo –nel senso che mi piacciono, ma non organizzo viaggi incentrati su questo o cose del genere-, ammetto che osservarli nel loro habitat naturale è sempre un’emozione! Per cui sì, direi che quella fermata a Shag point e il mio sorriso ebete di fronte alle foche che fanno le capriole vanno tra i preferiti della settimana 6 🙂

#B_inNewealand sui social

Come sempre, #B_inNewZealand è raccontato su Facebook (foto e impressioni semi-giornaliere), Instagram (le foto dei miei preferiti del giorno), Instagram Stories (i dettagli e gli aneddoti giornalieri) e Twitter (le cose più curiose, interessanti o divertenti). Ti aspetto anche lì! Se poi ti va di ricevere una cartolina personalizzata dalla Nuova Zelanda, prova a “vincerne” una iscrivendoti alla mia newsletter 🙂


Settimana 6 conclusa, ci vediamo lunedì prossimo! Consigli, impressioni, curiosità, polemiche, domande? Lasciami un commento! 🙂