Non si finisce mai di (ri)scoprire Firenze: per chi non l’ha mai vista o per chi già la conosce, il tour in barca sull’Arno organizzato da Tre passi per Firenze sarà fonte di tantissime scoperte!

curiosità su Firenze

Aaah, Firenze: di lei non se ne ha mai abbastanza. Abitare a 40 km di distanza, esserci stati decine e decine di volte, tornarci ogni volta che ti è possibile non ti potrà mai bastare per conoscerla veramente bene. Per conoscere tutti i suoi angoli, i suoi scorci, i suoi luoghi speciali ma, soprattutto, le centinaia di storie, aneddoti, leggende e curiosità su Firenze e sui suoi cittadini. Da qualche tempo vorrei acquistare un bel libro sulla storia de I Medici, la famiglia che ha praticamente fatto l’arte rinascimentale italiana, e in ogni momento vorrei tornare in questa città, per camminare, annusarla, lasciare che si sveli ai miei occhi, cercando di comprenderla e di carpirne i segreti. Amarla? Per quello non ho bisogno di stimoli: lei ha già un pezzo del mio cuore.

Una meravigliosa e soleggiata domenica di fine maggio, dopo una bella mangiata al Mercato Centrale, insieme a Margherita di Meridiano307 e a Sara di Sara L’esploratrice, ho aggiunto un altro piccolo tassello alla mia “idea di Firenze”. Un tassello costituito dall’Arno e dall’indissolubile rapporto che la città di Firenze ha con questo fiume. Con l’Arno c’è un rapporto di amore-odio e lo conosco bene, visto che scorre anche a circa 100 metri da casa mia, però devo ammettere che in barca sull’Arno non ci ero mai stata.

Sì, hai capito bene! Ho navigato su una piccola porzione di Arno, proprio quella che scorre nel cuore di Firenze. Grazie a questa esperienza, ho scoperto tante piccole curiosità su Firenze che si affaccia sul fiume.

Se sei curioso…continua a leggere!!

curiosità su Firenze

1. Bucaioli, c’è le paste!

Hai mai sentito la parola “bucaiolo”? Oggi, questo aggettivo ha una valenza prettamente dispregiativa -che la Treccani molto finemente descrive come: sodomita (come ingiuria); a te le conclusioni…-, oppure si usa per parlare di una persona estremamente e sfacciatamente fortunata. Ma, fino a poco tempo fa, bucaiolo non era altro che il soprannome dei renaioli, ossia coloro che si occupavano della raccolta della sabbia a uso edile. I renaioli usavano stanghe lunghe 4/5 metri per raccogliere la sabbia, andando a formare delle buche sul letto dell’Arno: da qui, l’appellativo bucaiolo! Se un fiorentino DOC ti dice una cosa che assomiglia a “bucaioli, c’è le paste!!”, non è impazzito: è solo un detto che deriva dai tempi in cui le mogli richiamavano i renaioli all’ora di pranzo 🙂

curiosità su Firenze

2. A UFO

Ecco un’altra espressione toscana: fare qualcosa “a ufo” significa farlo a sbafo, gratuitamente e approfittandosene un po’. Il detto deriva dai materiali che, un tempo, venivano accumulati proprio sul Lungarno. Quelli con la scritta “A UFO”, acronimo di “Ad Usum Florentinae Operae”, servivano alla costruzione del Duomo di Firenze ed erano, quindi, esenti da tasse!

3. Ponte Vecchio: l’Arno come un cestino

Ponte Vecchio, uno dei ponti più famosi del mondo! Oggi questo incredibile ponte, rimesso in piedi più volte fino alla costruzione definitiva nel 1345, non sarebbe lo stesso senza le piccole botteghe orafe e di gioielli che si susseguono l’un l’altra; ma sapevi che non è sempre stato così? Fino al ‘500, queste botteghine erano riservate a macellai, pescivendoli e verdurai, che non perdevano l’occasione di gettare tutti i propri profumatissimi scarti direttamente nel fiume: passando sotto il ponte, è ancora possibile vedere i fori che rappresentavano quell’ingegnosissimo sistema di smaltimento rifiuti! Con la costruzione del Corridoio Vasariano nel 1565, Cosimo I de’ Medici ordinò lo sgombero per far posto ai gioiellieri: una professione sicuramente più consona al fine olfatto dei nobili!

curiosità su Firenze

Ci avviciniamo a Ponte Vecchio…

curiosità su Firenze

curiosità su Firenze

curiosità su Firenze

E siamo sotto! Da qua si ha una prospettiva unica dell’Arno e di Firenze

4. Il Corridoio del principe

A proposito di Corridoio Vasariano…sono sicura che ne hai già sentito parlare!! Sarà stato anche merito di Dan Brown, ma io non vedo l’ora di visitarlo. Si tratta di un corridoio, lungo circa 1 km, che aveva la funzione di condurre in modo discreto i membri della famiglia de Medici da Palazzo Pitti, loro residenza, a Palazzo della Signoria, sede amministrativa della città. Naturalmente, il Corridoio passa anche proprio sopra ponte vecchio: dalla barca, la lunga e ordinata fila di finestrelle si scorge benissimo! Sapevi che il Corridoio fu costruito dal mitico Giorgio Vasari in soli 5 mesi??

curiosità su Firenze

Gli Uffizi che danno sull’Arno

curiosità su Firenze

Ecco le finestrelle del Corridoio Vasariano!

5. Il destino di Galileo Galilei

Conosciamo tutti la storia di Galileo: esponendo le sue teorie sull’eliocentrismo, fu condannato dal Tribunale del Santo Uffizio. Quando morì, il Papa non considerò cosa buona e giusta seppellirlo con tutti i crismi nella Basilica di Santa Croce, viste le eresie che aveva detto, allora i frati della Basilica lo seppellirono in un luogo nascosto della chiesa stessa, nella Cappella del Noviziato. Solo nel 1737 il corpo fu spostato nella posizione attuale, e in quel momento si scoprì che, nella tomba, c’erano altre due persone: un uomo (probabilmente il sue fedele allievo Vincenzo Viviani) e una giovane donna (forse la figlia di Galileo, Maria Celeste?). Ma lo sapevi che, solo nel 1992, fu Giovanni Paolo II a ristabilire ufficialmente la figura di Galilei?

6. Ponte Santa Trinita: l’ariete e il sagittario

Altro ponte famoso di Firenze è quello di Santa Trinita (l’accento cade sulla prima i!). Ricostruito più volte, prima in legno e poi in pietra, la versione finale si ebbe nel 1567, a opera di Bartolomeo Ammannati e su disegno di Michelangelo. Il ponte, voluto da Cosimo I, è abbellito da statue ad ogni angolo (raffiguranti le 4 stagioni), più vari cartigli raffiguranti il capricorno (Cosimo aveva preso il potere in gennaio, per questo scelse il capricorno come suo simbolo). Al centro, su entrambi i lati, ci sono anche due grandi teste d’ariete, perfettamente visibili solo passando sotto al ponte. L’ariete, antico simbolo di forza e di guerra, protegge la città dalle straripazioni dell’Arno, da un lato, e dall’acerrima nemica Pisa, dall’altro.

curiosità su Firenze

curiosità su Firenze

7. Il limbo e il sacro a Firenze

A Firenze, nel Borgo Santi Apostoli, è presente una piccola piazza chiamata del Limbo perché, un tempo, quest’area era adibita a cimitero per quei bambini che non erano ancora stati battezzati. Sulla piazza sorge la Chiesa dei Santi Apostoli, legata alla storia (o leggenda?) di Pazzino de’ Pazzi; uno dei crociati più valorosi, pare che si arrampicò sulle mura di Gerusalemme a mani nude, permettendo la conquista della città. Come ringraziamento, il conte Goffredo da Buglione gli regalò tre pietre provenienti dal Santo Sepolcro. Queste pietre sono oggi conservate nella chiesa, e hanno un alto valore simbolico perché sono utilizzate per accendere il fuoco dello Scoppio del Carro, importante tradizione pasquale fiorentina di cui ti ho accennato qui.

curiosità su Firenze

8. La chiesa “col culo nell’Arno”

Nel quartiere di Oltrarno si trova la Chiesa di Sant’Jacopo Sopr’Arno, costruita nel decimo secolo in stile romanico e divenuta greco-ortodossa nel 2006. L’abside della chiesa poggia sui caratteristici sporti dell’Arno ed è praticamente sul fiume, tanto da ritrovarsi quasi immerso quando il livello del fiume si alza un po’: da qui l’affettuoso nome della Chiesa! Rimanendo in tema, proprio da qui partiva il Palio dei Navicelli (le tipiche imbarcazioni fiorentine), ogni 25 luglio fin dal 1250.

9. Il ponte dei miracoli

Ecco un altro dei ponti più famosi di Firenze, Ponte alle Grazie. L’attuale ponte è moderno (1957), ma è costruito sui resti dell’antico Ponte di Rubaconte, datato 1227 e realizzato su disegno di Giorgio Vasari. La cosa che mi ha stupito di più è che, nel corso del tempo, questo ponte fu come un piccolo borgo a sé stante: sui piloni si trovavano botteghe, dormitori, cappelle, le celle di due monasteri femminili e due oratori; uno di questi era dedicato alla Madonna del Soccorso, detta Santa Maria alle Grazie, ritenuta miracolosa e per questo oggetto di devozione da parte dei fiorentini.

curiosità su Firenze

Il Ponte alle Grazie sulle sfondo

10. Quando il leone piscia in Arno l’è acqua

Infine, come non parlare di uno dei simboli più importanti di Firenze? Nel Medioevo, l’esistenza di animali totemici per le città era molto sentita, e quello di Firenze era il leone, chiamato Marzocco. Se ci fai caso, troverai tantissime statue e rappresentazioni di leoni in giro per la città! Sapevi che, per circa 400 anni, a Firenze era presente un serraglio con circa trenta leoni, proprio nel centro città? E che puoi trovare anche un piccolo leone rampante in bronzo dorato proprio sulla sommità della Torre di Arnolfo, quella di Palazzo della Signoria? Dall’Arno si vede proprio bene! Pare che, quando il leone guarda nella direzione dell’Arno, sia prevista pioggia su Firenze! La prossima volta che visiti la città non avrai bisogno di controllare il meteo 🙂

curiosità su Firenze


#Firenzeinbarca insieme a Tre Passi per Firenze

Tutte queste cose (e molte, molte altre!) le ho scoperte grazie a Francesca, una delle tre ragazze e guide turistiche che sono l’anima di Tre Passi per Firenze. Si tratta di un’associazione culturale che si prefigge lo scopo di offrire i tour più classici, certo, ma anche e soprattutto di raccontare una Firenze insolita e inusuale, da punti di vista alternativi: esperienze uniche e speciali sia per i turisti che per i fiorentini stessi!

Il tour Firenze fuor d’acqua, ideato da Tre Passi per Firenze in collaborazione con l’Associazione Renaioli, permette a tutti di salire sui Navicelli, le tipiche imbarcazioni in legno (super stabili!!) e di scivolare lungo l’Arno dall’attracco vicino a Piazza Mentana, non lontano dalla Biblioteca Nazionale, fino a Ponte alla Carraia e ritorno. I barchetti vengono spinti a stanga dai renaioli, mentre le guide raccontano tantissime curiosità su Firenze e su tutto ciò che si trova lungo l’Arno.

curiosità su Firenze

curiosità su Firenze

curiosità su Firenze

curiosità su Firenze

Il 12 giugno, il 18 giugno e il 3 luglio puoi ripetere Firenze fuor d’acqua ma, oltre a questo tour, le ragazze organizzano altri tour davvero sfiziosi: per adulti e per bambini, letterari o cinematografici, sulla Massoneria o in forma di caccia al tesoro, sulla Firenze segreta o su quella romantica…ce n’è davvero per tutti i gusti!! Guarda, ad esempio, i programmi per giugno/luglio 2016:

curiosità su Firenze

Se hai in programma una visita a Firenze, Tre Passi per Firenze è la soluzione giusta per te, sia che tu non abbia mai visitato la città prima, sia che tu la conosca già bene e voglia scoprirla con occhi nuovi, scoprendo tutte le curiosità su Firenze in modo divertente. Ragazze giovani, preparate e intraprendenti, scoperta, divertimento e curiosità su Firenze, una delle città più belle del mondo: non hai già voglia di andarci?? 🙂

curiosità su Firenze

curiosità su Firenze


INFO UTILI

Tre Passi per Firenze
Indirizzo: Piazza del Mercato Centrale, Firenze
Telefono: 328 8245277
Email: info@trepassiperfirenze.com
Sito web: www.trepassiperfirenze.com
Pagina Facebook: Tre Passi per Firenze

curiosità su Firenze

Scopri i nostri aggiornamenti sui social seguendo l’hashtag #Firenzeinbarca!


E tu sei mai stato in questa splendida città? Conoscevi tutte queste curiosità su Firenze? Cosa ne pensi del tour? Raccontamelo nei commenti! 🙂